Radio Rossonera, la casa dei milanisti è una web radio

Nata il 6 giugno, è la prima web radio che punta ad essere di proprietà dei tifosi, grazie alla formula dell’azionariato popolare.

0

Nei giorni scorsi, mentre era in onda la rubrica “Radio Rossonera Talk”, uno degli ascoltatori ha inviato un messaggio, letto subito in diretta. Il tifoso del Milan si è complimentato per la trasmissione. Ma aggiunto dell’altro. Ha ammesso di trovarsi difronte ad un “cazzeggio di qualità”. Ed ha riconosciuto ai redattori un merito straordinario:”state mobbizzando la noia”.

Non esiste complimento migliore per chi fa radio. Ciò vuol dire che Radio Rossonera ha colpito nel segno, realizzando i sogni dei tifosi milanisti in fatto di notizie, approfondimenti e dibattiti, in attesa che la squadra di Montella li realizzi sul campo.




Radio Rossonera - La casa dei milanisti
Radio Rossonera – Logo

Cos’è Radio Rossonera

Nata il 6 giugno, Radio Rossonera è le prima web radio che punta ad essere di proprietà dei tifosi, grazie alla formula dell’azionariato popolare. L’idea è molto semplice. Farne “la casa di ogni milanista”, e il tramite “tra supporter che vogliono comunicare e una nuova società che ha voglia di ascoltare”.

In questa fase iniziale la società editoriale sta ricevendo il sostegno dei Piccoli Azionisti del Milan, come il presidente Filippo La Scala, i consiglieri e avvocati Giuseppe La Scala, Alessandro Dubini, Leonardo Cammarata e Ignazio Gatto. L’obiettivo è renderla partecipata nella sua maggioranza dall’Associazione Milanisti 1899. Infatti è in corso la campagna d’iscrizione per finanziare l’operazione. Come incentivo, ai primi 1899 iscritti – ovvio riferimento alla data di nascita del Milan – verrà regalato il welcome kit che comprende la stampa anastatica dello statuto originale della fondazione del Milan e il libroMilan 1899: una storia da ricordare” di Davide Grassi e Mauro Raimondi.

Le rubriche

Le rubriche del palinsesto inizialmente erano tre. Oltre all’approfondimento “Radio Rossonera Talk”, erano previste anche la “Non Rassegna Stampa”, dedicata alle pagine dei quotidiani sportivi, e “Obbligo di riscatto”, rubrica incentrata esclusivamente sulle notizie di mercato. Ma a pochi giorni dalla sua nascita, Radio Rossonera ne ha partorito un’altra, ovvero “Milanismo nel Mondo”, per dar voce ai milioni di milanisti sparsi sul pianeta. E così i radioascoltatori hanno potuto sentire dalla voce del rappresentante del Milan Club Polonia il racconto della contestazione contro Donnarumma. Quella dello striscione e del lancio di soldi finti, dietro la porta di Gigio, durante la partita della Nazionale Under 21 con la Danimarca. Cameo di queste prime settimane di programmazione, assieme alla presentazione del libro “#Nerosurosso”, in cui l’autore Pasquale Campopiano racconta la storia della cessione del Milan ai cinesi.




Subito numeri importanti

Il risultato della fase di lancio della web radio risulta sorprendente, anche per la stessa redazione. Nella prima settimana gli ascolti sono stati 65 mila. Ma nei giorni scorsi è stata toccata quota 85 mila. Merito anche del caso Donnarumma. Nel silenzio assordante del portierone milanista, dopo la notizia del suo mancato rinnovo, le voci di Radio Rossonera si sono rivelate preziose se non salvifiche. I tifosi milanisti, in preda alla rabbia e alla delusione, erano desiderosi di capire cosa stesse accadendo. Così si sono incollati in massa alla radio per avere informazioni ed elaborare il tradimento.

Radio Rossonera
Contestazione contro Donnarumma in Polonia

Simposio tra giornalisti e tifosi

Ma il risultato non sarebbe di queste dimensioni senza la preparazione e la simpatia degli speaker. Bravi ad alternare competenza giornalistica a spirito goliardico. Il progetto editoriale è costruito su alcune delle voci più note del “milanismo” su Web. Come quella cordiale e calda di Pierangelo Rigattieri, che ricorda un po’ quella del “signor Carlo” della Gialappa’s. Voce che arriva direttamente da Milan Night Blog, come quella di GianClint, amante in romanesco dei colori rossoneri, sempre pronto a regalare battute fulminanti. E poi la voce del vulcanico Alessandro Jacobone, di Milanisti Non Evoluti 2.0, che in studio è l’uomo addetto alle provocazioni.




Radio Rossonera
Radio Rossonera – Da sinistra Pierangelo Rigattieri, Alessandro Jacobone, Filippo La Scala, Pietro Balzano Prota – Fonte: Calcioefinanza.it

A loro si aggiungono ospiti illustri del giornalismo sportivo e dell’universo rossonero. Il tutto sotto la direzione di Pietro Balzano Prota. Pietro, con la sua “r” moscia che mette soggezione, riesce a governare con leggerezza le quotidiane discussioni tra innamorati del Milan, che tanto hanno conquistato il cuore dei tifosi, con i quali naturalmente l’interazione è massima. Alle telefonate in diretta, si aggiunge la lettura dei messaggi che arrivano dal sito, dalla pagina facebook e da twitter, dando vita ad un simposio su una fede calcistica, dove la passione non trascende mai in volgarità.

La soglia dei 1899 iscritti non è stata ancora raggiunta. Ma il successo di queste prime settimane lascia ad intendere che il traguardo sarà tranquillamente raggiunto. Di certo, con la nascita di Radio Rossonera, i pomeriggi dei tifosi milanisti non saranno più gli stessi. Adesso hanno un posto sull’etere dove sentirsi a casa.

 

Michele Lamonaca

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi