Il tragicomico riassunto della politica italiana nel 2019

La parabola di un anno che parte con il reddito di cittadinanza e finisce con i Nutella Biscuits.

riassunto del 2019
0

Lo scorso anno, a quest’ora, non esistevano i Nutella Biscuits, Toninelli era ancora Ministro e Lino Banfi non era ancora stato nominato all’Unesco. Ecco il riassunto semiserio del 2019, con gli eventi politici e folkloristici a cui, da cittadini ed elettori, abbiamo assistito durante questo tragicomico anno.




Gennaio

  • Il riassunto del 2019 inizia con Di Maio, ancora ministro dello Sviluppo Economico. Apre l’anno con una diretta Facebook dalle piste della Val di Fassa, insieme a Di Battista. Dice: “Fate sempre le cose che vi rendono felici”. Segue tweet di Maurizio Gasparri che commenta la foto sulla neve con la scritta cubitale: “SCI MUNITI”.
  • Il Consiglio dei Ministri delibera definitivamente il reddito di cittadinanza e quota 100 dopo la risoluzione degli ultimi problemi tecnici.
  • Consiglio dei Ministri del 7 gennaio: in 8 minuti, il governo Lega-M5s decide di salvare Banca Carige, con un decreto fotocopia di quello portato avanti da Gentiloni per la messa in sicurezza di altri istituti di credito.
  • Il 10 gennaio, a meno di un mese dal Festival di Sanremo, Claudio Baglioni si schiera pubblicamente contro Salvini sulla gestione migranti. Seguono polemiche.
  • A Trieste, il vicesindaco getta la coperta del clochard nel cassonetto. Tra l’altro quello errato. Riceverà una multa da 450 euro.
  • Luigi Di Maio dichiara: “Io credo che in Italia possa esserci un nuovo boom economico, come negli anni ’60”. Poco dopo l’intervento, l’Istat diffonde i peggiori dati sulla produzione industriale da anni (-2,6%), mentre Standard&Poor’s taglia le stime per la crescita italiana (da 1% a 0,7%»).
  • Il 17 gennaio, Silvio Berlusconi annuncia che ha deciso di presentarsi alle Europee.
  • Rientra in Italia Cesare Battisti, latitante da anni in Brasile, scortato dalla polizia penitenziaria. Segue video spot del Ministro della Giustizia Bonafede.
  • Grillo contestato ad Oxford.
  • Lorella Cuccarini si dichiara sovranista, contro i buonisti, critica verso il Papa e antifemminista. Replica piccata di Heather Parisi.
  • Lino Banfi viene nominato rappresentante dell’Italia all’Unesco, con grande soddisfazione di Luigi di Maio.




Febbraio

  • Di Maio e Di Battista incontrano la frangia più estremista del movimento francese dei Gilet Gialli. Incidente diplomatico con la Francia.
  • Elezioni in Abruzzo: vince il centrodestra, con la Lega primo partito. Crolla il M5S.
  • L’Italia entra ufficialmente in recessione tecnica. Il premier Conte commenta: “Mi aspetto una ulteriore contrazione del Pil nel quarto trimestre, il dato positivo è che non dipende da noi”.
  • Ritorna la battaglia per la chiusura domenicale dei centri commerciali.
  • Mahmood vince il Festival di Sanremo e alcune tra le più alte cariche del Governo ne approfittano per dare la loro richiestissima opinione. Salvini, ad esempio, preferiva Ultimo.
  • L’on. Daniela Santanchè, rivolgendosi a dei bambini nella trasmissione “Alla Lavagna”, dice: “Il denaro è l’unico vero strumento di libertà. I soldi servono ad essere liberi: nostro papà ha insegnato a me e ai miei fratelli che chi paga comanda.
  • Salvini viene proposto da alcuni militanti per il Nobel per la Pace.
  • Esce l’autobiografia di Fabrizio Corona.
  • Il ministro delle Infrastrutture Toninelli, commentando la Tav, affema a Coffee Break: “Lasciatemelo dire, chi se ne frega di andare a Lione”
  • Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è ospite a Strasburgo presso il Parlamento europeo. In seguito al suo discorso, Conte è duramente criticato dal capogruppo socialista Udo Bulmann e dal leader liberale Guy Verhofstadt che lo apostrofano in italiano come “burattino al servizio di Di Maio e Salvini”. A tale critica Conte replica sostenendo che “burattino lo è chi è al servizio delle lobby”.
  • Il marito dell’ex Ministro Kyenge (il divorzio è in corso) si candida alle Elezioni Comunali con la Lega Nord.

Marzo


    • Nel riassunto del 2019 non può mancare il caso Diciotti. Il Senato nega l’autorizzazione a procedere in giudizio ai sensi dell’art. 96 della Costituzione nei confronti del Ministro dell’Interno Matteo Salvini in riferimento al caso Diciotti con 237 voti favorevoli e 61 contrari.
    • Viene dirottato un autobus con 51 bambini a San Donato Milanese. L’autista, cittadino italiano di origini senegalesi, afferma di aver compiuto il gesto “per le morti nel Mediterraneo”. Qualche ferito lieve e un grosso spavento. Anche grazie alla prontezza di due bambini, di origine straniera anche loro, che, dopo mesi di polemica, riceveranno la cittadinanza italiana.
    • La fidanzata di Di Maio, Virginia Saba, rilascia un’intervista in cui afferma: “Mi sono innamorata del coraggio di Luigi, e della sua dolcezza”, “un ragazzo di 32 anni che sta facendo tanto rivela una capacità fuori dal comune, è ancora così giovane, così coraggioso”.
    • Il cantante Al Bano viene inserito nella black list che elenca i nemici del Governo di Kiev.
    • Inizia a guadagnare sempre più popolarità Greta Thunberg, giovane attivista svedese, in grado di mobilitare il mondo con i suoi Fridays for Future. In Italia viene apostrofata in vari modi, da “autistica” a “manipolata”.
    • Approvati definitivamente in Senato con 150 sì, 107 no e 7 astenuti il reddito di cittadinanza e quota 100.
    • Il Senato approva le disposizioni in materia di legittima difesa.
    • Il comune di Roma cancella la storica scritta del 1948 ‘Vota Garibaldi”.
    • Maretta nel Governo gialloverde per la questione Tav.
    • Congresso Mondiale delle Famiglie a Verona. Tra le dichiarazioni: “Noi preghiamo per i gay, vanno curati, se non si convertono c’è l’inferno per loro”; “l’omosessualità è un comportamento appreso, e quindi ci può essere la rieducazione”; “solo chi prega può rendersi conto del peccato di essere gay”.
    • L’ex parlamentare Nunzia de Girolamo annuncia la sua partecipazione a Ballando con le Stelle.
    • Alessandro Di Battista rinuncia alla politica e si iscrive a un corso di falegnameria.
    • Scontro su Twitter tra l’attore Jim Carrey e Alessandra Mussolini: il primo aveva pubblicato una vignetta antifascista. La seconda risponde con un eloquente “You are a BASTARD”.

    Aprile

    • Nei vari Consigli dei Ministri, vengono approvati il Decreto Crescita. il Def, il Decreto Calabria, il Decreto Sblocca Cantieri.
    • Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce, è candidato con Fratelli d’Italia alle Europee.

    • Il premier Conte inaugura il Salone del Mobile, la custode non lo riconosce e lo rimprovera: “Non tocchi quella lampada, per cortesia…”
    • Matteo Salvini si fidanza con la figlia di Denis Verdini, Francesca. Il padre commenta: “Sapete come sono fatti i figlioli. Certe disgrazie capitano”
    • Incendio a Notre Dame con crollo di una guglia, il 15 aprile 2019. La politica italiana coglie l’occasione per alcune sparate, tra cui Daniela Santanchè, la quale afferma che Macron penserà comunque alla Libia.
    • Inizia il giro di polemiche relative alla Festa della Liberazione. Su tutti, Salvini: “Io il 25 aprile non sarò a sfilare QUA O LÀ, fazzoletti ROSSI, NERI, GIALLI o BIANCHI. Vado a Corleone a sostenere le forze dell’ordine”.
    • “Prima gli studenti italiani”: bufera sul ministro Bussetti.
    • In un manifesto elettorale per le europee, con il volto sorridente del segretario Zingaretti in primo piano, vengono confusi i simboli di cobalto ed anidride carbonica.
    • Libero titola: “La parabola dell’ex pm: Ingroia fermato SBRONZO prima di prendere l’aereo e costretto a tornare indietro”. Lui spiega tutto come un diverbio con il pilota e si definisce l’Assange italiano.

    Maggio

    • In occasione della Festa dei lavoratori il Ministro dell’economia Giovanni Tria riferisce dati occupazionali positivi rilevati dall’ISTAT: da marzo 2018 a marzo 2019, la diminuzione del tasso di disoccupazione giovanile al 30,2%, ai minimi dal 2011, e 114 mila occupati in più.
    • Altra pietra miliare del riassunto 2019: torna il Vinci Salvini, l’improbabile concorso social per gli utenti più attivi sulla pagina del Capitano.
    • Il Consiglio dei Ministri avvia le procedure per la revoca della nomina di sottosegretario ad Armando Siri indagato per corruzione, su proposta del Presidente Conte. Due giorni dopo il decreto viene firmato e ufficializzato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
    • “Troia, ti stupro!”, “Merde, dovete andare via! Tanto prima o poi uscite…”, “Vi vogliamo vedere tutti impiccati, bruciati”, “Deve tornare Mussolini!”: l’accoglienza riservata da un gruppo di abitanti del quartiere e militanti di estrema destra alla famiglia rom cui il Comune di Roma ha assegnato – nel pieno rispetto delle regole – un’abitazione di Casal Bruciato.
    • Viene reso pubblico l’aneddoto del pupazzetto Zorro, riportato nel libro “Io sono Matteo Salvini” di Chiara Giannini, da parte della casa editrice Altaforte, vicina a Casa Pound e, dopo numerose polemiche, esclusa dal Salone del Libro di Torino.
    • Il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi in quota Lega, rassegna le dimissioni in seguito alla condanna per le spese pazze in Liguria.
    • Il Ministro dell’economia Giovanni Tria invia la risposta alla Commissione europea in seguito alla lettera di quest’ultima al Governo italiano con cui chiedeva spiegazioni sulla mancata riduzione del debito, secondo gli impegni previsti dal fiscal compact. Nella risposta, a cui è allegata un’analisi di 58 pagine sul debito pubblico italiano, si ribadisce che il disavanzo 2019 “sarà minore di quanto prospettato nelle ultime previsioni” perché da un lato “l’andamento dell’economia e il gettito fiscale hanno finora superato le previsioni del Programma di stabilità”. In più “le entrate non tributarie sembrano superare le previsioni e l’utilizzo delle nuove politiche di welfare è, finora, inferiore alle stime sottostanti alla legge di bilancio per il 2019”.
    • Muore il giornalista Vittorio Zucconi. Il senatore leghista Pillon ne approfitta per un post disgustoso: “Prego per lui, perché al di là delle inutili e faziose celebrazioni di Repubblica, si salvi l’anima. Ora, dove si trova, vede tutto molto più chiaramente”.
    • Durante i comizi di Matteo Salvini, i palazzi italiani sono invasi da striscioni di protesta, in alcuni casi fatti rimuovere (impropriamente) dalle Forze dell’Ordine. Non mancano le polemiche.
    • Elezioni Europee del 26 maggio. La Lega sfonda il muro del 34%, per il vicepremier è un trionfo: Salvini bacia il rosario e ringrazia il cuore immacolato di Maria. Crollo dei grillini. E’ l’inizio della fine?

    Giugno

    • Salvini scatena il polverone con un nuovo attacco a Saviano, via social: “Un BACIONE a Saviano. Stiamo lavorando a una revisione dei criteri per l’assegnazione delle SCORTE”.
    • Nella top 3 degli highlights del riassunto del 2019: il 3 giugno, il Paese assiste a una pittoresca conferenza stampa del Presidente Giuseppe Conte riguardante la tenuta del governo. Chiede ai due vicepresidenti, e leader delle forze politiche della maggioranza, la massima chiarezza, altrimenti è pronto a dimettersi
    • Il presidente della Camera Roberto Fico dedica la Festa della Repubblica ai migranti e ai rom. Polemica.
    • “I miei figli sono 60 MILIONI DI ITALIANI…”, tuona Salvini dal comizio. “Non ti voglio nemmeno come zio”, replica il sindaco di Milano Beppe Sala.
    • Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Sicurezza bis concernente il contrasto dell’immigrazione illegale.
    • La vicepresidente della Camera Mara Carfagna costretta a riprendere alcuni parlamentari durante le votazioni: “Colleghi, non siamo a scuola né tanto meno a una gita scolastica, quindi non è consentito fare selfie”.
    • Il premier Conte si improvvisa pizzaiolo, con tanto di grembiule blu, nella storica pizzeria napoletana di Gino Sorbillo.
    • Il Presidente Conte scrive una lettera agli altri 27 membri dell’Unione Europea, toccando molti temi tra cui la necessità di riformare le regole europee, ormai ritenute obsolete, la collaborazione tra gli stati membri per l’immigrazione e le prospettive di crescita economica dell’Italia.
    • Il governatore Fedriga del Friuli Venezia Giulia avanza la proposta di un muro antimigranti a Nord est.
    • La comandante della nave Sea Watch, Carola Rackete, ignora l’alt della Guardia di Finanza e sperona la motovedetta contro la banchina. Il suo scopo è quello di fare attraccare la nave con a bordo 53 migranti nel porto di Lampedusa. All’attracco, viene arrestata.

    Luglio

    • L’Istat pubblica i nuovi dati dell’occupazione relativamente al mese di maggio. Il numero di occupati aumenta di 67 mila unità, raggiungendo il picco da oltre 40 anni, mentre il tasso di disoccupazione scende al 9,9%, ai minimi dal 2012.
    • Il 3 luglio, David Sassoli viene eletto Presidente del Parlamento Europeo.
    • Gaffe di Virginia Raggi sui rifiuti: il video contro Zingaretti è girato davanti all’impianto sbagliato.
    • Esplode il caso Bibbiano: la zona della Val d’Enza è al centro delle indagini per gli affidi sui minori. Con la solita cautela che contraddistingue la cronaca italiana, bersaglio delle polemiche è il sindaco Carletti del Pd, (presunto) colpevole dell’assegnazione dei locali senza una regolare procedura all’associazione incriminata.
    • Di Maio dichiara di non volere governare “con il partito di Bibbiano”, che “sottrae i minori alle famiglie”, che “pratica l’elettroshock sui minori”.
    • Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte vola nuovamente a Bruxelles per le nomine ai vertici delle istituzioni UE. Vengono elette Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione europea e Christine Lagarde al vertice della Banca centrale europea. Successivamente il Presidente del Consiglio annuncia in conferenza stampa che all’Italia spetteranno una Vicepresidenza della Commissione e un commissario economico europeo di alto profilo.
    • Scongiurata nuovamente la procedura d’infrazione per l’Italia. La Commissione Europea ha valutato positivamente il quadro dei conti pubblici per il 2019, che è stato certificato con l’assestamento di bilancio approvato dal Consiglio dei Ministri.
    • Visita di Vladimir Putin a Roma.
    • Un altro momento da top 3 nel riassunto del 2019: per i consiglieri comunali Di Maio introduce il cosiddetto “mandato zero”. Viene definito “un mandato che non si conta nella regola dei due mandati. Una mandato che non vale”.
    • Esplode il caso dei finanziamenti russi alla Lega: BuzzFeed e l’Espresso riportano stralci di conversazioni in un hotel russo, in cui un certo factotum di nome Savoini e apparentemente vicino a Salvini prende accordi con persone vicine al governo russo per finanziare la Lega.
      24 luglio – Il Presidente del Consiglio riferisce nell’aula di Palazzo Madama alcune precisazioni sui presunti finanziamenti russi alla Lega.

    Agosto

    • Il Senato della Repubblica approva il Decreto Cultura e la fiducia richiesta dal Governo riguardante il Decreto Sicurezza bis con 160 voti favorevoli, 21 astenuti e 57 contrari.
    • Altro momento topico che vale la pena ricordare con il riassunto del 2019: la conferenza stampa al Papeete Beach Club di Milano Marittima da parte del ministro Salvini.
    • Siamo all’8 agosto. La Lega esce dalla maggioranza e chiede il ritorno alle urne. Il Presidente del Consiglio è ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Mattarella per fare il punto sulla crisi.
    • Il 9 agosto, la Lega presenta al Senato una mozione di sfiducia nei confronti del governo.
    • Il 14 agosto, il presidente Conte e una delegazione di Ministri si recano a Genova per partecipare alla cerimonia commemorativa per l’anniversario del crollo del Ponte Morandi. Non mancano le polemiche: Luigi di Maio sostiene di non essere stato inquadrato adeguatamente dalle televisioni presenti.
    • Il 20 agosto, il presidente Conte riferisce in Senato sulla crisi. Conte ritrova il carisma politico: striglia Salvini sulle sue sparate e sui baci al rosario. In seguito a un acceso dibattito parlamentare, nonostante il ritiro della mozione di sfiducia da parte della Lega durante la seduta, Conte lascia Palazzo Madama e sale al Quirinale, dove rassegna le dimissioni al Presidente della Repubblica, rimanendo in carica per il disbrigo degli affari correnti.
    • 21 e 22 agosto, consultazioni varie ma non troppo proficue. Il capo dello stato annuncia che ne svolgerà ulteriori, per appurare la presenza di una maggioranza in parlamento per formare un governo senza ricorrere al voto anticipato. La Lega e la destra in generale vogliono tornare alle urne. Si fa largo l’ipotesi di un governo giallo rosso.
    • Renzi parla di “scongiurare l’aumento dell’Iva al 22% a gennaio”. Sembra che ci sia l’accordo. Salvini rimane fuori.
    • Il 29 agosto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al termine del secondo giro di consultazioni al Quirinale con i rappresentanti delle istituzioni e dei partiti politici, conferisce a Conte l’incarico di formare il nuovo governo. Conte accetta con riserva.

    Settembre

    • Il 4 settembre, il presidente incaricato Conte scioglie positivamente la riserva al Palazzo del Quirinale, indicando la squadra di governo. Di Maio è Ministro degli Esteri.
    • Il 5 settembre, con il giuramento del Governo Conte II, termina ufficialmente il Governo Conte I.
    • Il 9 settembre, il Governo ottiene la fiducia alla Camera dei deputati con 343 voti a favore, 263 voti contrari e 3 astenuti. Nel corso della mattinata, durante l’intervento del Presidente del Consiglio, Fratelli d’Italia, Lega, Cambiamo!, Casapound e Forza Nuova organizzano, senza simboli di partito, una manifestazione di protesta in Piazza di Monte Citorio.
    • Il 10 settembre, il governo “giallorosso” ottiene la fiducia al Senato della Repubblica con 169 sì, 133 no e 5 astenuti.
    • A Pontida, durante l’annuale raduno leghista, i militanti apostrofano il giornalista Gad Lerner in vario modo: “Giornalista del cazzo!”, “buffone!”, “non sei italiano te!”, “straccione!”, “figlio di puttana!, “massone!”, “bastardo!”, “pezzo di merda!”, “ebreo”.

    • Salvini porta sul palco di Bibbiano una bambina, implicitamente facendo riferimento a Bibbiano e strumentalizzando la sua complicata storia famigliare. Seguono giorni di polemiche.
    • Il 19 settembre, sia alla Camera che al Senato si formano i gruppi di Italia Viva guidati da Matteo Renzi in seguito alla scissione dal PD, sosterranno comunque il Governo e avranno dei loro componenti all’interno.

    Ottobre

    • La Camera approva in via definitiva con 553 sì e 14 no la proposta di legge sul taglio dei parlamentari presentata dal Movimento 5 Stelle.
    • Salvini risponde a Floris sul caso finanziamenti russi: “Ma se io avessi preso 60 milioni di dollari, stasera sarei qui con lei? Starei a farmi gli affari miei ai Caraibi, non qui con Floris!… Che poi, dove cazzo li nascondo 60 milioni?! Nell’orto ai giardinetti? Non sono mica un barbone, il classico italiano che va all’estero a chiedere soldi… certe ricostruzioni manco su Topolino!”
    • Dibattito interno alle fila progressiste. Il vicesegretario Pd Orlando: “Non è che se un ultimatum lo lanci dal Papeete è peggio che se lo lanci dalla Leopolda”.

    • Si teme per la tenuta del governo dopo la creazione di Italia Viva. Enrico Letta twitta: “Renzi ha cominciato a trollare il governo come fece con me”.
    • Si sciolgono i Thegiornalisti. Seguono polemiche. Anche qui.
    • Il giornalista Nuzzi incalza l’ex ministra Fornero: “Ma lei parla ai giovani? Lei sa chi è CICCIOGAMER?”

    • Beppe Grillo, sul proprio blog: “E se togliessimo il diritto di voto agli anziani?”

    • Elezioni in Umbria: trionfo della Lega. Berlusconi, durante la campagna elettorale nella regione più verde d’Italia, aveva detto:”E chi ama il verde più di me in Italia? Do lavoro a centinaia di giardinieri!”

    Novembre

    • Il mese si apre con le prese di posizione su Balotelli, insultato con cori razzisti durante la partita tra Verona e Brescia. Salvini ne approfitta per dire che un operaio dell’Ilva vale 10 Balotelli.
    • Solito giro di polemiche su Halloween, con Mario Giordano che in un avvilente siparietto colpisce zucche in tv.

      “Per una volta sono d’accordo con lui. Perché dovremmo festeggiare Halloween? Gli americani festeggiano la Befana? W la Befana. W le feste europee!!!”: prende posizione anche Carlo Cottarelli. Pure lui.

    • Minacce contro Liliana Segre, senatrice a vita sopravvissuta all’orrore dei campi nazisti. Le viene assegnata la scorta. Polemiche, anche qui.
    • Impazza la hit “Io sono Giorgia”, lanciata involontariamente da Giorgia Meloni durante un comizio di Fratelli d’Italia.
    • Sembra esserci un avvicinamento tra Mara Carfagna e Matteo Renzi.
    • Italia devastata dal maltempo, il leader leghista scatta selfie sorridente: “Ancora una splendida domenica a voi da Rimini”.

    • Dopo dieci anni di attesa, una sentenza della Corte d’Assise di Roma condanna i carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro per l’omicidio preterintenzionale di Stefano Cucchi. Anche qui, Salvini, non perde occasione di tacere.
    • La manovra economica, varata dal Governo, approda in Parlamento. L’esame dei 119 articoli di cui si compone il testo della legge di Bilancio 2020 inizia al Senato.
    • Il Presidente Conte incontra a Palazzo Chigi i vertici dell’azienda “Arcelor Mittal” a seguito dell’intenzione del gruppo siderurgico di dismettere lo stabilimento “ex Ilva” di Taranto.
    • In Emilia Romagna, in occasione delle elezioni regionali, nasce il Movimento delle sardine. Porta avanti gli ideali dell’antifascismo e raccoglie numerose adesioni in molte piazze d’Italia.

    Dicembre

    • Salvini apre il mese da Bruno Vespa rivolgendosi alla Madonna di Medjugorie.
    • Le Sardine invitano in piazza CasaPound. Scoppia la polemica.
    •  Libero definisce Nilde Iotti come una donna “Grande in cucina e grande a letto. Il massimo che in Emilia si chiede a una donna”.
    • Italia dilaniata da maltempo e problemi economici. Tiene banco la questione Nutella: Salvini prima invita al boicottaggio perché la crema al cioccolato sarebbe prodotta con nocciole turche. Poi, attaccato ovunque, sempre ritrovare la pace con la multinazionale. Tenta di inserirsi in modo rocambolesco l’altro Matteo (Renzi, ndr), che ritiene opportuno aggiornare i propri sostenitori con il suo parere sui biscotti alla Nutella.
    • Il 10 dicembre, alcuni sostenitori si riuniscono davanti al Tribunale di Torino per pregare per Matteo Salvini, che però non si presenta in aula. Deve rispondere all’accusa di vilipendio dell’ordine giudiziario.
    • Scoppia la polemica sulla questione MES, il cosiddetto “Fondo salvastati”, dopo che, sei mesi prima, le stesse misure erano state approvate da chi era al Governo.
    • Il 24 dicembre, alle 4.44 del mattino, la Camera approva definitivamente la Legge di Bilancio 2020.
    • Natale 2019: il Ministro dell’istruzione, università e ricerca Lorenzo Fioramonti rassegna le dimissioni con una lettera consegnata al premier Conte, principalmente per la scarsità di fondi destinati al suo Ministero.
    • Esce il film di Checco Zalone, preceduto dal lancio del singolo “Immigrato”. La polemica esplode. Salvini monta in sella al cavallo e cavalca di nuovo la discussione. Questa volta difende Zalone. Ma forse non ha capito.

    Beh, tutto qui. Buon 2020 a tutti.

     

     

     

    Elisa Ghidini

    Leave A Reply

    Your email address will not be published.

    Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi