Ricevere o accogliere?

Ricevere o accogliere? La differenza é sostanziale.

Si RICEVE anche in mancanza della volontà o del piacere di “prendere”.
Quando invece si ACCOGLIE, lo si fa con l’emozione di “prendere”.
L’Italia non accoglie i Migranti, li riceve.
E questo sia chiaro.
Pertanto non abbiamo una politica dell’accoglienza ma solo una del ricevimento.
Smettiamola di addolcire i termini, Noi non abbiamo messo in piedi nessuna opportunità d’accoglienza, non sappiamo cosa farcene, non ce ne frega nulla del loro destino, ci creano solo problemi di cui, oltretutto, non abbiamo né la capacità né la voglia di risolvere.
ACCOGLIERE é ammettere nel proprio “gruppo”, temporaneamente o addirittura stabilmente, é accettare con sentimento, inglobare, unire, nessuno é lasciato solo nell’accoglienza.
RICEVERE é semplicemente far buon viso a cattivo gioco, é NON rifiutare anche se avremmo tanta voglia di farlo e per questo non esiste una Politica dell’Accoglienza, ma solo estemporanei atti tecnici, privi di ogni e qualsiasi emozione.

In definitiva, si ACCOGLIE un amico e si RICEVE un pacco.

Chiarito questo, piantatela di parlare di accoglienza.
I Migranti sono un problema perché non abbiamo nessuna voglia e nessuna possibilità di occuparci di loro.
Sono regali di Natale che ricicliamo agli altri Paesi o, molto più semplicemente, li dimentichiamo nel ripostiglio.
Al netto della verità e senza ipocrisia.
Migliaia di Persone sono approdate in Italia dai quattro porti più insicuri dell’Africa : Libia, Tunisia, Algeria e Marocco.
E’ la Storia Infinita di Uomini e Donne in cerca di futuro.
E noi non vogliamo scriverlo con loro, abbiamo il nostro da mettere nero su bianco.
Procuriamo forse a loro una casa ?
NO
Procuriamo un lavoro ?
NO
Li inseriamo nella nostra Società, rispettando la loro cultura ?
NO
Semplicemente ci auguriamo che spariscano, che fuggano dai Centri di Primo Ricevimento (non d’Accoglienza) e si dirigano, come spesso fanno verso altri Stati, Francia e Germania in primis.
Infatti, 2/3 dei Pacchi Umani stanno fuori dai nostri confini.
Siamo una casa di transito e non d’accoglienza.
Le Vergini vestali della Sinistra italiana, sono per le braccia aperte, insultano quelli delle braccia conserte e predicano l’Umanità verso i più deboli.
E poi se ne sbattono i coglioni.
Perché da millenni la Sinistra é nelle Stanze di Comando di questo Paese e che cazzo ha fatto in tutto questo tempo per accogliere e non ricevere ?
Ha creato i Centri dove ammassarli quando arrivano.
Altre volte si é recata nei Porti a supplicare di non spedirceli.
Li abbiamo pagati pure, i guardiani, pur di non ricevere Migranti.
Erdogan passa il tempo a contare i soldi del bonifico, Minniti ha contribuito ad erigere lager libici, l’UE paga il filo spinato spagnolo a Ceuta……
Tutto pur di non “accogliere”.
Ma alla fine li riceviamo lo stesso perché il postino suona sempre due volte e cosi’ quelli che da Tunisi ci provano una volta, senza riuscirci, tentano una seconda e poi una terza….
Stabilito quindi che NON accogliamo nessuno, ma li riceviamo e basta, resta da capire cosa fare.
Non si risolve il problema con le Guardie di Frontiera (vedi Libia) né con le motovedette nuove di zecca.
L’unico modo é fornire ai Migranti una speranza di vita nel loro Paese.
E’ dare aiuto ai rispettivi Governi affinché applichino politiche economiche che fruttino lavoro.
Ma soprattutto é controllare che i soldi servano a questo.
Quindi, io ti aiuto ma solo se controllo che i soldi tu li spendi per questo e non li metti in tasca tua.
Perché tu, Governo dei 4 Porti, hai dimostrato d’essere incapace e ladro, i soldi te li sei rubati togliendo il futuro a coloro che noi volevamo aiutare.
Se si tolgono di mezzo le ragioni della fuga, la fuga smette d’esistere.
E noi la smetteremo di Ricevere Pacchi Umani.
(di accoglierli non ci abbiamo mai pensato, nemmeno per un nano-secondo).

Claudio Khaled Ser

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *