Risparmio Energetico; quanti di voi ne conoscono le pratiche?

Negli ultimi tempi avrete sicuramente sentito molto parlare di risparmio energetico in quanto è entrato in vigore l’Eco-bonus 2018.

Sempre più persone ultimamente decidono di migliorare l’efficienza energetica dei loro edifici avendo grandi riscontri in termini di risparmio economico.

Un luogo comune, in particolare di noi italiani è quello di attribuire subito le colpe di eventuali bollette salate al proprio gestore energetico.

0

Negli ultimi tempi avrete sicuramente sentito parlare di risparmio energetico in quanto è entrato in vigore l’Eco-bonus 2018.

Sempre più persone ultimamente decidono di migliorare l’efficienza energetica dei loro edifici avendo grandi riscontri in termini di risparmio economico.

 

Un luogo comune, in particolare di noi italiani è quello di attribuire subito le colpe di eventuali bollette salate al proprio gestore energetico.

Sono davvero in pochi a interrogarsi realmente su quelle che sono le cause di questi elevati consumi e sono ancora meno quelli che poi vanno in primis a modificare le proprie abitudini o semplicemente a informarsi su queste pratiche e successivamente ad attuarle. Cerchiamo perciò di approfondire ulteriormente questo argomento insieme.

Che cosa è il Risparmio Energetico?

È l’insieme di tutte quelle pratiche, materiali e strumenti che ci permetteranno di ridurre considerevolmente i nostri consumi energetici giornalieri.

Il risparmio energetico è ottenibile quindi principalmente in 3 modi:

          Trasformazione da una forma energetica ad alto consumo ad una più efficiente e meno esosa (utilizzo di Fonti Rinnovabili);

          Modifica e Ottimizzazione di tutti i processi energetici necessari per l’eliminazione e l’ammortizzazione dei consumi in eccesso;

          Utilizzo di materiali e strumenti utili a migliorare l’efficienza energetica (pellicole per vetri basso emissive, lampade a basso consumo, vetri fotovoltaici, ecc…)




Da dove si comincia e quali sono gli strumenti energetici più utili e convenienti da utilizzare?

È fondamentale cominciare analizzando e modificando le nostre abitudini in modo da ridurre o addirittura azzerare eventuali sprechi.

Potrei farvi milioni di esempi a riguardo ma solitamente i più comuni sono questi: preferire la doccia al bagno, spegnere le luci quando non servono, utilizzare una coperta in più invece che alzare o lasciare acceso il riscaldamento, prendere la macchina il meno possibile, ecc…

Oltre alle abitudini e ai piccoli accorgimenti quotidiani che possono ridurre gli sprechi; bisogna analizzare soprattutto lo status attuale dell’edificio sul quale si vuole intervenire, in modo da capire effettivamente se l’immobile possiede eventuali problematiche strutturali o ambientali.

Questa analisi però non siete in grado di svolgerla da soli, avete bisogno di uno specialista che si attenga alla normativa UNI CEI/TR 11428:201.

Essa prevede una valutazione diagnostica energetica completa evidenziando quelli che sono gli attuali consumi e gli eventuali sprechi.

Solitamente i due fattori principali che vanno a influenzare questa diagnosi sono l’illuminazione e l’isolamento termico dei vetri e degli infissi dell’edificio.

Come già menzionato sopra, in pochi hanno provveduto a sostituire interamente, tutte le proprie lampadine appartenenti alle vecchie (Classi G,F o E) con quelle di ultima generazione a LED (Classe A++); evitando così di risparmiare un sacco di soldi in bolletta.

classi lampadine risparmio energetico
Glassfilm.it – Classificazione delle Lampadine



Per quanto riguarda l’isolamento termico invece non è così semplice come per le lampadine.

Un errore che comunemente in tanti commettono è proprio quello di non sostituire o fornire manutenzione ai propri infissi o vetri; lasciandoli cosi vivere di vita propria fino alla fine dei loro giorni per poi sostituirli tutti e due insieme.

C’è però una soluzione molto meno dispendiosa e conveniente che vi consentirà di risparmiare sia nei costi di installazione e manutenzione e sia sui costi in bolletta; non avendo più costantemente bisogno di riscaldamento o raffreddamento.

Come è possibile migliorare l’isolamento termico dei miei edifici senza sostituire vetri e infissi?

La risposta a questa domanda è davvero semplice eppure in pochi conoscono questo prodotto.

Invece che sostituire interamente vetri e infissi è possibile utilizzare le Pellicole per Vetri Adesive.

Cosi come il nome vi lascia intendere queste pellicole per vetri si installano semplicemente incollandole all’interno o all’esterno delle vostre vetrate. Esistono di diverse tipologie: Pellicole Oscuranti, Riflettenti, Basso Emissive o Antisolari, Specchianti, Pellicole di Sicurezza. Ogni una di esse risolve importanti problematiche dovute a vetri obsoleti o non a norma.

Attraverso queste pellicole per vetri basso emissive montate a regola d’arte è possibile perciò isolare perfettamente i propri ambienti. Queste pellicole antisolari per vetri grazie alla loro composizione permettono ai raggi UV di far penetrare soltanto la giusta quantità in termini di percentuale di luce e calore.

Grazie a questo prodotto, che ormai si afferma sempre di più nel mondo dell’edilizia e dell’architettura di interni; non avrete più bisogno di utilizzare il riscaldamento a palla tutto il giorno o viceversa in estate il condizionatore per raffreddare gli ambienti.

Perché il calore/fresco verrà finalmente trattenuto all’interno dei vostri ambienti minimizzando perciò tutti i consumi dedicati alla gestione della temperatura dei propri ambienti.

Pellicole per vetri risparmio energetico
http://www.ventotto.net – Percentuale di Oscuramento e Rifrazione dei Raggi solari da parte delle Pellicole per Vetri Adesive.



Eco Bonus 2018 – Incentivi Economici riguardanti il Risparmio Energetico e l’Isolamento termico

Ebbene sì, se già ci stavate pensando è giunto il momento di potenziare migliorando l’efficienza energetica dei vostri edifici a basso costo.

Tutto questo è realmente possibile dal 2007 in realtà; attraverso importanti detrazioni fiscali pari al 65% è possibile, per tutti coloro che decidono di effettuare lavori riguardanti il potenziamento o la riqualificazione dell’efficienza energetica dei propri edifici.

All’interno della riqualificazione energetica sono compresi tutti gli interventi che hanno come fine quello di potenziare o ristrutturare le prestazioni termico energetiche degli edifici.

Contribuendo a migliorare quindi il comfort termico dei propri edifici, riducendo o azzerando eventuali consumi o sprechi di energia.

ecobonus-2018 risparmio energetico
Detrazioni Fiscali – EcoBonus 2018 | www.centin.net



Tipologie di interventi coperti dall’Eco-Bonus 2018

          Riqualificazione Energetica Edificio (riduzione del 20% annuo dei consumi energetici)

          Montaggio Pannelli Solari Termici

          Montaggio Pannelli Solari per produrre acqua calda

          Sostituzione degli impianti di climatizzazione

–     Interventi diretti sull’edificio (Isolamento pareti, soffitti, tetti, finestre, ecc…)

Sfruttando queste detrazioni potrete riqualificare i vostri ambienti risparmiando due volte, la prima in fase di acquisto e la seconda in bolletta a lavori ultimati migliorandone l’isolamento termico.

In pochi conoscono queste soluzioni a basso costo e soprattutto a basso impatto ambientale, che sempre di più si stanno affermando nei mercati esteri. Il mio intento è proprio quello di riuscire a sensibilizzare chi per la prima volta si approccia nel verde mondo del risparmio energetico.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi