Romano Fenati inseguito, fermato e denunciato dalla Polizia

Romano Fenati è stato fermato dalla Polizia Stradale dopo un inseguimento durato diversi chilometri. Sceso dall'auto, avrebbe inveito contro gli Agenti.

0

Dopo la vicenda, gravissima, di cui è stato protagonista nei mesi scorsi, questa poteva essere una bella settimana per Romano Fenati e invece non è stato così. Ma andiamo con calma: per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, facciamo un passo indietro.

Romano Fenati, pilota del team Marinelli Snipers in Moto 2, nello scorso Gran Premio di Misano ha compiuto un gesto ai limiti della legalità. Durante un aspro confronto con il collega Stefano Manzi, in cui i due si sono superati irresponsabilmente diverse volte, Fenati, una volta affiancatosi al pilota rivale, ha pensato bene di toccare il freno della moto di quest’ultimo, nel momento in cui le moto andavano alla amabile velocità di 220 Km/h. Non proprio un gesto da gentiluomini, per quanto le provocazioni siano state reciproche.

Detto questo, lo scorso 12 Novembre, Romano Fenati ha ricevuto una bellissima notizia. Nel 2019 rientrerà a far parte del circuito gareggiando in Moto 3 sempre per il Team Snipers. Ecco la seconda occasione tanto attesa.

Romano Fenati fermato dalla Polizia Stradale

La ritrovata serenità è durata solo qualche giorno. Secondo quanto riporta “Il Resto del Carlino” Romano Fenati si è reso protagonista di un altro episodio poco cortese. Il giovane pilota marchigiano, a bordo della sua Audi Q3, è stato fermato dalla Polizia Stradale mentre guidava sull’autostrada A14. Inseguito per diversi chilometri dalla Polizia, Fenati si è deciso ad accostare ad una piazzola di sosta per dare spiegazioni.

Ebbene, le spiegazioni sono arrivate ma solo dopo aver inveito contro gli Agenti i quali, inevitabilmente, lo hanno denuncitato per resistenza a pubblico ufficiale. Ovviamente lo hanno anche multato per eccesso di velocità.

La ragione di cotanta impazienza al volante sembra fosse la volontà di raggiungere il nonno in ospedale. Fenati era preoccupato per le condizioni di salute in seguito ad un intervento al cuore.

Alberto Pastori

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi