Roseto Capo Spulico l’antica città delle rose

Roseto Capo Spulico, una tranquilla e meravigliosa località turistica balneare

0

Roseto Capo Spulico, una tranquilla e meravigliosa località turistica balneare

Roseto Capo Spulico è un comune di 1’914 abitanti  situato nell’Alto Ionio Cosentino, in provincia di Cosenza.

Il nome Roseto risale all’epoca greco-romana e  deriva dalla grande produzione di rose usate per riempire i materassi e i guanciali dei sibariti. L’appellativo ” Capo Spulico”, assunto nel 1970,  è dovuta al vicino Capo Spulico.

In origine era  città satellite dei Sibari. Tuttavia, la sua fondazione moderna risale al  X secolo d.c. quando tra il 1058 e il 1085 si costruì il Castrum  Petrae Roseti.

Attualmente  Roseto Capo Spulico è una delle località turistiche più belle d’Italia grazie al mare cristallino, il clima temperato e le bellezze naturali e artistiche.

Cosa visitare?

La città ospita  numerosi monumenti e luoghi di interesse: il Museo Etnografico, il centro storico( sec.XIII), la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, la foce del Torrente Ferro, la Chiesa di San Nicola Di Mira, il Castrum Petrae Roseti, il  vico degli innamorati, lo Scoglio Incudine.

Il Castrum Petrae Roseti (Castello della Pietra di Roseto) è un castello fortificato di epoca normanna. Nel duecento, si ricostruì il castello per volere dell’imperatore e re di Sicilia Federico II di Svevia.

Secondo la tradizione, la  Sacra Sindone fu conservata in questo castello durante il regno di Federico II  e, precisamente, dal 1204 al 1253.

Al di sotto del Castrum Petrae Roseti si trova  lo Scoglio Incudine detto  anche Fungo del Castello o Pietra dell’Incudine.

Lo Scoglio Incudine è un piccolo faraglione molto caratteristico situato in mare.

Il cuore pulsante del turismo estivo dell’Alto Ionio Cosentino è, però, rappresentato dalla frazione Marina di Roseto Capo Spulico. Fino a qualche decennio fa era conosciuta  con il nome di “Borgata Marina”.

È sede di numerosi “villaggi residenziali”, condomini, alberghi, strutture balneare attrezzate. La popolazione è di 800 abitanti nel periodo invernale e supera i 20000 nel periodo estivo.

Le caratteristiche spiagge ciottolose e il mare limpido hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti degni di nota. In particolare, la costa è stata ripetutamente premiata con la Bandiera Blu negli anni 1994-2004 e recensita sulla Guida Blu del Touring Club Italiano e il Corriere della Sera Viaggi.

Nella frazione di Marina di Roseto Capo Spulico si trova inoltre il lungomare degli Achei, lungo 1,5 chilometri  e dotato di uno spazioso marciapiede paronamico.

Quali sono i gustosi piatti tipici?

Tra i piatti tipici locali si ricordano la licurdia, la minestra verde, le pietanze a base di pesce locale, i cannaricùli.

La licurdia è una zuppa preparata con cipolle, pane raffermo, sale, peperoncino piccante, strutto o in alternativa olio di oliva, pecorino.

I cannaricùli sono invece un dolce tipicicamente natalizio chiamati con nomi diversi al di fuori dell’Alto Ionio nonostante la composizione sia all’incirca uguale.

                                                                                                                                                          Alessia Cesarano

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi