Salvini taglia le scorte: “Rivedere le scorte, La Polizia non fa da autista”

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini intende rivedere le scorte. 

0

“La Polizia non fa da autista né da accompagnatore personale, le scorte vanno riviste”.

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini intende rivedere le scorte.  Lo annuncia lui stesso durante la festa per il 167esimo anniversario della Polizia. “La Polizia non fa da autista né da accompagnatore personale, le scorte vanno riviste, perché ci sono persone che hanno la tutela eppure non corrono alcun rischio”. Sul palco, sotto la pioggia, il leader della Lega indossa la sua immancabile divisa della Polizia. Presenti anche il premier Conte e Luigi Di Maio anche se, di fatto, i tre si ignorano per tutta la celebrazione, prendendo posizioni diverse e contrastanti sui temi affrontati sul palco.



Obiettivo? Tagliare i “privilegi inutili”

Uno di questi temi sono i tagli agli sprechi e agli inutili privilegi, un tema lanciato da Salvini tanto cavalcato nella sua continua e incessante campagna elettorale. Anche se il Ministro degli Interni si riempie la bocca di De Gasperi e cita: “Non guardo alle prossime elezioni ma alle prossime generazioni”. Credibile o meno, la retorica di Salvini sembra essere il suo indiscusso cavallo di battaglia.

“Stiamo lavorando come matti per rimettere in servizio alcune delle migliaia di donne e uomini che ogni giorno sono impegnati a fare scorte a Tizio o a Caio in giro per l’Italia. Alcune scorte hanno un senso, altre vanno anche rinforzate, altre scorte per personaggi che non corrono alcun rischio possono tranquillamente essere eliminate, per restituire poliziotti carabinieri al loro lavoro, che non è fare il cameriere di nessuno”.

Salvini, dopo aver fatto 40 minuti di selfie con i poliziotti, ascolta il capo della Polizia Franco Gabrielli ricordare che per il secondo anno consecutivo i delitti sono in calo e fanno segnare nel 2018 una diminuzione del 4%, che sale al 7,7% e al 6,3% per rapine e furti, i reati che “creano maggior allarme sociale”. 

Ilaria Genovese

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi