San Marino: no-vax e spese mediche, ma il servizio non è veritiero

San Marino: il segretario Ciavatta chiede di rettificare il servizio di “Dritto e Rovescio”.

Il servizio

Nella puntata mandata in onda l’8 Gennaio di “Dritto e Rovescio”, si affermava la radicale posizione presa dal governo sammarinese contro i no-vax. Tutti coloro che non si sarebbero voluti vaccinare, nelle piccola repubblica di San Marino, avrebbero dovuto pagare le spese mediche, in caso di contagio da Corona Virus. Ciò sarebbe stato possibile grazie ad un’assicurazione sanitaria che avrebbe sovvenzionato le spese di ricovero, nel caso ce ne fosse stato bisogno.




Peraltro, il governo aveva già preso in passato un simile provvedimento in ambito di immunizzazioni pediatriche. Le famiglie dei bambini non vaccinati, infatti, devono pagare un’assicurazione nei confronti di terzi. Lo scopo è convincere quante più persone a vaccinarsi, sensibilizzando sull’importanza che ricopre l’immunizzazione.

La risposta del segretario Ciavatta

Con una lettera aperta indirizzata a Del Debbio, conduttore del programma, il segretario di Stato alla Sanità, ha voluto sottolineare l’inesattezza del servizio. Lo stesso Ciavatta ha ammesso di aver proposto “provocatoriamente” un simile provvedimento, ma questo non è stato mai approvato dal Governo, informazione certamente fornita al giornalista Sceresini che ha condotto la puntata.

La vaccinazione a San Marino resta una scelta facoltativa. – si legge nella lettera- Al giornalista Andrea Sceresini, l’ho spiegato chiaramente e le dichiarazioni registrate dalla vostra troupe ne sono una testimonianza inequivocabile. Purtroppo però, i tagli esercitati in fase di montaggio hanno espresso una narrazione ben diversa dalla realtà e dalla verità, stravolgendo, di fatto, le mie affermazioni e costruendo una risposta che io non ho dato.”

I cittadini, quindi, restano liberi di esercitare la propria scelta, in piena responsabilità e consapevolezza.

Situazione Covid della Repubblica

Ad oggi San Marino conta 2706 contagiati su una popolazione pari a circa 33 900 abitanti, con un incremento di 39 persone nelle ultime 24 ore, a fronte di 334 tamponi effettuati, l’incidenza è del 10%. I morti sono 65 (1 nelle ultime 24 ore). San Marino oggi è il Paese con la massima incidenza di vittime Covid al mondo (16 morti ogni 10mila abitanti).

Vaccino a San Marino

La piccola repubblica ha firmato l’accordo con l’Italia per quanto riguarda la distribuzione delle dosi di vaccino. Di conseguenza, seguirà il suo stesso procedimento nella somministrazione. La precedenza, quindi, è data ad operatori sanitari ed a fasce deboli. A breve riceverà le prime dosi e darà inizio alla campagna di immunizzazione.

Ciavatta sottolinea, però, costantemente l’importanza che la campagna ha e la responsabilità che ciascun abitante si deve assumere, affermando:

“Ognuno individualmente ha delle responsabilità nei confronti della comunità”

Mariachiara Giorgia Grosso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *