Sbarco nella notte a Trapani: nessun ferito tra i 57 immigrati

57 tunisini soccorsi a largo di Pantelleria, l'intervento di Bassetti

photo by blogsicilia.it
0

I 57 tunisini immigrati soccorsi a largo di Pantelleria sono stati avvistati da un aereo Frontex che ha lanciato l’allarme. I 57 uomini, tra cui alcuni minorenni, viaggiavano su un barcone di legno e sono stati portati sulla terraferma da due motovedette della guardia costiera e della guardia di finanza. Nessun ferito tra i 57 immigrati, i quali godono di buona salute al momento.

Sulla vicenda immigrazione interviene presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Gualtiero Bassetti, in una intervista alla rivista ‘Terrasanta’ sostenendo: “I migranti sono persone e come tali vanno accolti, accompagnati, integrati, tenendo conto delle loro necessità ma anche di quelle dell’ambiente che li accoglie.
Quando sono in situazioni di emergenza vanno sempre salvati. Il flusso migratorio va controllato ma non con la chiusura dei porti e, soprattutto, dei cuori”.

Formare i giovani

Nella stessa intervista sostiene inoltre che: “Bisogna lavorare moltissimo sulla formazione dei nostri giovani, ma anche imparare da loro, dare fiducia a loro e alle loro domande, perché sono in grado di andare verso l’altro senza i pregiudizi e le cristallizzazioni che talora rischiano di sclerotizzare le nostre società. Occorre intensificare, non solo per comandamento, ma con autentica voglia di incontro e di conoscenza”.

Secondo Bassetti bisogna apprezzare sopratutto “il dialogo interreligioso”, perché quest’ultimo “non ci allontana, bensì ci riconduce alle radici dell’identità evangelica”. Le radici di un’identità evangelica che lui stesso ha scoperto nel corso dei suoi viaggi a Gerusalemme, città dominata da quattro forti religioni.

I rimpatri già lunedì

L’Italia “buonista”, come definita dal premier Salvini, l’Italia tipicamente cristiana, che si scontra contro l’altra faccia della stessa medaglia: l’Italia moderna intrappolata nella frustrazione di non riuscire ad aiutare per prima sé stessa ed a garantire ai suoi cittadini una vita dignitosa e pari diritti.

La risposta del Viminale, sullo sbarco a Trapani, non tarda ad arrivare. Le operazioni di rimpatrio degli immigrati, possibili grazie anche all’accordo Roma – Tunisi, cominceranno già lunedì. 

 

Luiza Gales

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi