Senatore M5S preso a pugni e derubato: finisce in ospedale

Il senatore del Movimento 5 stelle Alberto Airola è stato aggredito nella notte tra sabato e domenica a Torino mentre tornava a casa. Secondo una prima ricostruzione della Digos, intorno all’una Airola è stato avvicinato da due uomini di origine nordafricana, con cui ha avuto un diverbio. Terminata la discussione, uno dei due l’ha preso a pugni in faccia; dopo avergli rubato il telefono i due sono scappati.

Il senatore è stato soccorso dai residenti della zona, che hanno chiamato i soccorsi e lo hanno trasportato all’ospedale Giovanni Bosco.

Non è ancora chiaro se si tratti di una semplice rapina oppure di una ritorsione nei confronti di Airola per la sua lotta alla piccola criminalità e allo spaccio presenti nella zona.



Il racconto del senatore sull’aggressione

In una nota Airola ha raccontato:

Dopo una cena con amici stavo rientrando a casa a Torino in zona corso Giulio Cesare intorno a mezzanotte e mezza. Due persone ubriache mi hanno aggredito verbalmente. Al termine del diverbio, uno dei due mi ha sferrato un pugno in faccia. Sono stato costretto a ricorrere alle cure mediche.

Le condizioni di salute

Il senatore ha riportato una frattura alla mandibola, che gli impedisce di parlare. Questa mattina è stato trasferito dal pronto soccorso dell’ospedale in un reparto, in attesa dell’intervento chirurgico di cui ha bisogno, prenotato per mercoledì.

La solidarietà del mondo politico

La sindaca di Torino Chiara Appendino ha espresso la sua solidarietà attraverso un tweet:”Forza  Alberto, servi in piedi ed energico che le battaglie da combattere sono ancore molte. Ti aspettiamo“. I capigruppo di Camera e Senato del M5S, Simone Valente ed Enrico Cappelletti hanno dichiarato a nome dei parlamentari pentastellati:”Il Movimento 5 Stelle esprime la propria solidarietà e vicinanza all’amico e portavoce al Senato Alberto Airola. Forza Alberto ti aspettiamo presto”. Messaggi simili sono arrivati anche da Luigi di Maio e Virginia Raggi e da esponenti di altri partiti politici. tra questi il senatore Pd Stefano Esposito ha twittato: “Alberto Airola ti aspetto in senato. Mi raccomando abbiamo tanto su cui litigare, riprenditi presto”.

I vostri messaggi, le vostre telefonate e le vostre attenzioni mi hanno commosso. Vi ringrazio di cuore”, ha risposto il parlamentare, che ha concluso la nota confermando la diagnosi e chiedendo “una piccola cortesia: ho bisogno di un po’ di riposo. Appena ci saranno aggiornamenti, vi informerò personalmente. Grazie ancora”.

Camilla Gaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *