Il Principe

Senti che puzza tra un selfie di Salvini e l’altro

Tra un selfie e l’altro Salvini disprezza la legge e sfoggia la vigliaccheria di chi sa che tanto riesce a schivare i processi, figuriamoci le multe.


Non ce la fa, è più forte di lui. Mascherina sotto il mento (utilissima), selfie appiccicato alla gente, sguardo sprezzante di chi sa di poter fare il ca**o che vuole, infrangendo qualsiasi regola.

Il problema è un altro: questa foto l’ha postata lui. Da giorni documenta sui social il suo tour elettorale e mette soltanto immagini in cui è in mezzo a decine di persone, senza indossare la mascherina. È una strategia precisa, ogni sua mossa su Internet è studiata nei minimi dettagli, dal post del buongiorno con il caffè per attirare i settantenni buongiornisti fino ai video di Sallusti, Porro, Giordano e gli altri suoi lacchè.


Che messaggio vuole lanciarci con queste fotografie?
So soltanto che i comuni mortali si beccano 400 euro di multa se si abbracciano per strada, se si siedono in tre su una panchina, se scordano la mascherina a casa. Salvini disprezza le regole e la legge, è risaputo, ma la meschinità più grande è l’ostentazione di questo menefreghismo, la vigliaccheria di chi sa che tanto riesce a schivare i processi, figuriamoci le multe. Non gli è bastata la figura di mer*a in diretta nazionale da Floris: continua imperterrito a mostrare la sua irresponsabilità atavica.


Fossi un medico o un infermiere (categorie che lui usa nei suoi discorsi per raccattare qualche voto) gli sputerei in un occhio.
Nel frattempo la Lombardia, la SUA Lombardia, è ancora sotto un treno. Pensasse a governare meglio una regione che è stata falcidiata dal suo partito e dalle sue decisioni scellerate.


Salvini rappresenta la parte peggiore dell’Italia e degli italiani, è riuscito a racchiudere tutto il liquame nauseabondo, quello composto da arroganza, odio, prepotenza, ignoranza e inciviltà, in un’unica persona.
Tornasse a sputare sul tricolore e a insultare i meridionali, invece di ergersi a paladino della patria dal basso della sua grettezza. Omino squallido.

Mattia Madonia

Stampa questo articolo

Ultima Voce

Leave a Comment

Recent Posts

Psichiatria punitiva: un’arma contro il dissenso

Dall'URSS al fascismo, fino ai giorni nostri. Una delle armi più utilizzate contro giornalisti, attivisti e dissidenti è la psichiatria…

15 ore ago

“Gli onorevoli” e i partiti all’italiana

Gli onorevoli deputati al dovere (del partito?) Un famoso proverbio recita: "chi non muore si rivede". In politica, invece, non…

2 giorni ago

Catherine Fletcher svela il volto più oscuro del Rinascimento

Appena pubblicato da Garzanti nella traduzione di Albertine Cerutti, Il libro nero del Rinascimento è per chi ama il fascino…

4 giorni ago

Luigi Pirandello oggi

Tornare sugli spunti tracciati da Luigi Pirandello si rivela ancora oggi un’occasione di ricerca e profondo arricchimento. Attraversare la viva…

4 giorni ago

Non truccarsi : le ragioni e percezioni

Quella di non truccarsi è una scelta che dovrebbe essere completamente libera, ma in realtà è spesso condizionata da altri…

4 giorni ago

Mario Serpa: morte di un ergastolano perbene

Di Carmelo Musumeci L'altro ieri mi è arrivata la triste notizia che nel cimitero degli elefanti del carcere di Parma,…

4 giorni ago