Sindaco pro vaccini insultato e minacciato di morte

Con l’inizio della scuola alle porte, il decreto Lorenzin sui vaccini continua a far discutere. Infatti l’assenza delle vaccinazioni obbligatorie preclude l’ammissione all’asilo nido e a scuola. Per questo motivo una mamma novax preoccupata per la salute del figlio ha mandato una lettera a Lorenzo Guzzetti sindaco della sua città, Uboldo. Dichiarando il decreto una misura da “regime da ventennio” e “anticostituzionale” , ha chiesto al sindaco “un’ordinanza urgente e contingibile” per “sospendere immediatamente l’applicazione del c.d. Lorenzin 73/2017, convertito in Legge 119/2017”.

I contrari ai vaccini sono “un branco di idioti”

Guzzetti è inizialmente rimasto stupito della lettera, a cui ha risposto negando qualsiasi possibilità di compromesso. E non ha risparmiato le parole contro i novax:”Voi siete scellerati. Perché la scienza non è democratica. Di quello che pensa lei e quattro imbecilli che si divertono a fare gli scienziati e i medici patentati con Google, la scienza non sa che farsene”. E ancora “Mi scusi se io mi fido della scienza e di commissioni mediche che hanno determinato questa scelta perché un branco di idioti, sventolando il vessillo della “libertà di scelta”, ha deciso dopo essersi informata da delle Vanna Marchi della medicina o da Google che il proprio figlio non doveva essere vaccinato”.



L’errore del decreto Lorenzin sull’obbligo dei vaccini

Per il primo cittadino il decreto Lorenzin non è del tutto corretto, anzi “E’ una legge sbagliatissima su una cosa che il Ministro ha colpevolmente omesso“. Perché “Non solo bisogna vietare a questi bambini di accedere nelle scuole di ogni ordine e grado. Nella Legge bisognava imporre ai sindaci di togliere d’ufficio la patria potestà a genitori scellerati come lei“.

Per Guzzetti chi decide di non far vaccinare i propri figli non merita di essere genitore, in quanto

Per essere genitore non basta la capacità fisica di mettere in pratica un buon rapporto sessuale completo o un certificato dell’Ufficio Anagrafe che attesta che una persona è genitore di un’altra. Per fare il genitore bisogna essere genitori dentro. Bisogna avere una maturità intellettuale, sociale, culturale per poterlo essere.

La risposta dei genitori anti vaccini non ha tardato ad arrivare

I novax prima hanno segnalato il profilo del sindaco, per cui Facebook lo ha bloccato per 24 ore. Ma non si sono limitati a un semplice attacco informatico. Guzzetti ha anche ricevuto diverse minacce di morte e insulti. Addirittura un “genitore consapevole” gli ha scritto:”Di certo non meriti di essere sindaco. Fascistello da due soldi…dimettiti… e spero tanto che se mai avrai figli quando li andrai a vaccinare ti schiatteranno davanti str***o”.

Lo stesso trattamento è stato riservato anche a chi nei commenti ha espresso idee simili alle sue.

Camilla Gaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *