Smartphone con vetro diamante: la novità che sconvolgerà il 2019

Uno smartphone con vetro diamante potrebbe essere la soluzione del futuro alle rotture dei display? Sicuramente quest’ultima parte degli smartphone è uno dei pezzi più a rischio rottura di tutta la componentistica dello stesso, ecco perché un’azienda, chiamata Akhan Semiconductor, ha iniziato a pensare ad una soluzione definitiva a questo problema. Sarà capitato a tantissime persone di rompere il display del proprio smartphone con una semplice caduta del dispositivo, uno smartphone con vetro diamante potrà toglierci definitivamente questo problema.




Smartphone con vetro diamante: i test sul prodotto non deludono, ma ci vuole più tempo 

La sperimentazione di vetri in diamante sintetico non avrebbe intoppi al momento. Ad oggi, come si può intuire, sarebbe il materiale più resistente che si possa utilizzare.

Vetri Gorilla Glass sono all’ordine del giorno per la composizione di cellulari intelligenti, oppure anche il vetro zaffiro viene abbastanza utilizzato, anche se nella maggior parte dei casi in orologi, ma questi ultimi non garantiscono una corretta sicurezza seppur rinforzati attraverso processi chimici.




Il vetro diamante sintetico utilizzato dall’azienda in questione avrebbe una struttura in cui i nano cristalli sono organizzati in maniera casuale anziché allineati su un piano. Ciò contrasterebbe la formazione di spaccature profonde in caso di urti rendendo così l’eventuale smartphone con vetro diamante, infrangibile.

L’unico problema è che Adam Khan, il CEO di Akhan Semiconductor aveva annunciato la creazione definitiva del prodotto entro la fine del 2017, ad oggi non si è ancora pronti e la data di uscita con molta probabilità si è spostata al 2019.




Indi per cui è facilmente intuibile che il prodotto abbia bisogno di molto tempo per essere perfezionato e quindi commercializzabile. Nonostante questo, attualmente il vetro diamante sta sorpassando tutti i test effettuati da alcuni produttori. Lo smartphone con vetro diamante potrebbe allora materializzarsi nel giro di un anno. C’è ancora da perfezionare la troppa riflessione di luce che il diamante comporta e un probabile prezzo per l’industrializzazione del prodotto, dunque si dovrà ancora aspettare per vedere uno smartphone con vetro diamante sugli scaffali dei negozi.

                                                                                                                                             Jacopo Pellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *