Spagna, morto il piccolo Julen Rosell

Il piccolo Julen Rosell non ce l’ha fatta.  Dopo 13 giorni passati dentro al pozzo di Totalan, è stato ritrovato il suo corpo senza vita a più di 100 metri di profondità.

Una notizia data da un tweet della Guardia Civil che spezza ogni speranza quella dei genitori e del mondo intero che ha seguito con il fiato sospeso gli scavi per salvarlo. “Disgraziatamente… nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile…#RIPJulen”.

Era l’una e venticinque di notte quando dopo due settimane di lavoro incessante i soccorritori hanno trovato il piccolo di due anni. In queste ore si sta cercando di estrarre il corpo dal pozzo.

Appena saputo il padre di Julen ha avuto un malore ed è stato soccorso dalle ambulanze presenti sul posto.

La notizia ha sconvolto tutti e tra i primi a dichiarare qualcosa c’è stato il ministero dell’Interno spagnolo che con un tweet ha scritto: “Dopo giorni di intense ricerche e lavoro instancabile, il corpo del piccolo Julen è stato trovato senza vita nel pozzo di Totalan”. Il ministero ha poi voluto esprimere le sue condoglianze alla famiglia e ha fatto un plauso allo sforzo della guardiacivil,  ai minatori e tutta la squadra di emergenza.

Il sindaco di Malaga, Francisco de la Torre, ha indetto tre giorni di lutto in onore del piccolo Julen.

Gli scavi sono stati difficili per la profondità e strettezza del pozzo. In particolare l’ultimo tratto è stato molto duro, per la presenza di grosse rocce, che alla fine sono state fatte saltare con delle piccole cariche esplosive. Al momento è stata aperta un’inchiesta per capire come il bambino sia caduto nel pozzo.
Josè Rosell e Victoria Garca, i genitori di Julen, già nel 2017 avevano dovuto una terribile disgrazia, la morte del primo figlio, Oliver, che durante una gita al mare si era accasciato sulla spiaggia senza un apparente motivo.

Quella di Julen è una storia che agli italiani ha ricordato quella del piccolo Alfredino Rampi, il bambino di 6 anni che il 13 giugno 1981 è caduto e morto in un pozzo artesiano in provincia di Frascati. Come adesso anche in quei giorni i soccorritori hanno fatto il possibile per salvare il piccolo senza però riuscire a salvarlo.

 

Eleonora Spadaro 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *