Speech di Barack Obama a Milano per Seeds&Chips.

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA
Con l’intervento dell’ex Presidente Obama a Seeds&Chips Milano torna protagonista per le food policies a livello internazionale.

Quest’anno  allo Seeds&Chips, summit sul cibo e l’innovazione, l’ospite  d’onore è l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama.  Assieme al leader politico ci sarà anche Sam Kass. Suo chef-consigliere e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca. Edizione 2017 di Seeds&Chips – The GlobalFood Innovation Summit – convegno internazionale sulla food innovation che si tiene nel capoluogo lombardo dall’8 all’11 maggio (FieraMilano Rho).

L’ex Presidente parlerà di tecnologia e food industry.

Nel primo pomeriggio di domani terrà un Keynote speech di 45 minuti. Parlerà di corretta alimentazione, spreco e cibo del futuro. Sarà con lo chef Sam Kass che ha lavorato alla Casa Bianca fino al 2014. Come chef-consigliere politico del presidente per la politica nutrizionale. Anima della campagna Let’s Move. Voluta da Michelle Obama per combattere l’obesità negli Usa.  Ad ascoltarlo nella sala da 3.500 posti, in prima fila ci sarà il sindaco di Milano Giuseppe Sala. Che  consegnerà simbolicamente ad Obama le chiavi della città alla fiera di Rho.

Il sindaco spiega: “Milano credo che si sta muovendo in una filosofia ‘obamiana’ che è fatta di sviluppo dell’economia e del lavoro ma anche di tanta solidarietà. Abbiamo deciso di dargli le chiavi della città perché riteniamo che quello che Milano rappresenta oggi è molto in linea con quello che è il suo pensiero. Sarà un’occasione per riportare all’attenzione di tutti un tema estremamente importante e profondamente legato alla nostra città. Con il Milan Urban Food Policy Pact, ha dimostrato di avere la capacità e la forza di guidare e farsi portavoce di un cambiamento più che mai necessario. Un documento che ha saputo tradurre in azioni le politiche alimentari al centro di Expo 2015. Che si fonda non solo su progetti concreti per ridurre lo spreco e garantire l’accesso al cibo sano ma anche sulla collaborazione tra tutte le grandi città del mondo”.

Con lo speech da 850 euro.

Per ascoltare lo speech dell’ex presidente bisogna pagare 850 euro. Questo il costo del biglietto Vip Platinum. Biglietto che consente di ascoltare non solo il keynote speech di Obama, ma anche di seguire tutte le altre e di accedere alla vip lounge. Pass valido per tutti i quattro giorni escluso lo speech di Obama costa 450 euro. Quello giornaliero 150 e 250 euro quello da due giorni. Cinquanta euro è invece il costo di una singola conferenza. Soldi che serviranno per lo più, come avviene in quasi tutti i casi dei super big che intervengono a selezionati eventi pubblici, a sostenere le buone cause della sua fondazione.




Tecnologia e food industry: dalle nuove tecniche di produzione alimentare alla nutrizione del futuro. Fino alla food security e al diritto al cibo sano, sostenibile e accessibile a tutti.

Seeds&Chips ideato e curato da Marco Gualtieri, alla sua terza edizione, punta a fare di Milano la capitale internazionale della food innovation. Raccogliendo l’eredità di Expo per far fronte a una delle maggiori sfide globali. L’ evento è ospitato all’interno di TuttoFood2017 ed è interamente dedicato alla food innovation.

I nuovi scenari mondiali come il cambiamento climatico e l’approvvigionamento di cibo in un pianeta sempre più popolato e con risorse sempre più scarse impongono profondi cambiamenti in merito a tutta la filiera del cibo. Dalle nuove tecniche di produzione alimentare, alla nutrizione del futuro fino alla food security e al diritto al cibo, sano, sostenibile e accessibile a tutti, Seeds&Chips affronterà tutti gli aspetti delle sfide alimentari mondiali.

Le sessioni di approfondimento spazieranno dai temi caldi dell’hi-tech, come i big data, le applicazioni delle stampanti 3D nel food o le tecnologie nel ristorante e il supermercato del futuro. Alla crescita della sharing economy, all’impatto dei millennials con la conferenza “How millennials are changing the food industry” o l’innovazione dei superfood.

L’evnto coinvolgerà centinaia di startup. Aziende, università, istituzioni, investitori, acceleratori e incubatori, opinion leader e policy maker del settore food e food-tech. Diviso in una parte espositiva ed una di conferenze.  Gli esperti del settore si confronteranno sugli scenari più significativi dell’alimentazione. Dalla produzione e dell’approvvigionamento di cibo. In particolare, alla special conference “Feeding the CitiesUrban and Vertical Farming” dedicata alla coltivazione sostenibile nelle grandi metropoli.  Alla conferenza “Food Security for developing countries” si affronterà il tema dell’approvvigionamento alimentare nei Paesi in via di sviluppo.

 

Felicia Bruscino

 

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *