Stem in the City: a Milano il progetto per avvicinare le ragazze al mondo tech.

L’educazione digitale di Stem in the City. Iniziativa promossa dal comune di Milano nata per diffondere la cultura digitale tra i giovani e le donne. Una serie di eventi dedicati soprattutto al mondo femminile. Con lo scopo di diffondere tra le ragazze l’importanza dello studio e della conoscenza delle materie tecnico-scientifiche, delle competenze digitali per orientarsi al meglio nella vita personale. Valorizzare il proprio potenziale e costruire percorsi professionali in linea con le nuove esigenze del mercato.

L’evento è stato promosso, dal comune di Milano, durante tutto il mese di aprile e si conclude con un calendario ricco di appuntamenti dal 27 al 29 aprile. L’obiettivo degli appuntamenti, che si sono svolti durante tutto il mese di aprile, è quello di diffondere la cultura digitale. In particolare le materie STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) tra bambine e ragazze.

Oltre 40 eventi realizzati grazie ai 50 partner, insieme al Comune di Milano, che hanno aderito all’iniziativa. Circa 1200 tra bambine e ragazze che, con i loro compagni di scuola, insegnanti, educatori e genitori,  hanno partecipato a workshop, corsi di formazione e laboratori durante l’intero mese di aprile.

 Dal sindaco di Milano Giuseppe Sala alla ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli. Sono tanti i rappresentanti istituzionali, e non solo, che prenderanno parte oggi alla prima giornata di #STEMintheCity.

Il tour di appuntamenti è iniziato il 27 aprile con l’evento di apertura  al Teatro alla Scala: “#STEMintheCity – Beyond the Limits!”. Con la partecipazione del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli e del sindaco Giuseppe Sala.  La conduzione della giornalista Rai Tiziana Ferrario e del giornalista e conduttore Roberto Rasia dal Polo.  Stem in the City si concluderà, sabato 29 aprile, nella Sala Alessi di Palazzo Marino con l’incontro “NETwork. Facciamo rete con la STEM”. Vedrà la partecipazione di alcune figure femminili di rilievo del mondo della politica, accademico e professionale. Un confronto sul ruolo delle donne nel mondo del lavoro e sulle nuove sfide che le ragazze sono chiamate oggi ad affrontare per avere successo.

Girls in Ict: in Italia l’hi-tech conta una donna ogni tre addetti 

Stem in the City nasce in coerenza con Girls in Ict Day promosso dall’organizzazione dell’Onu per la diffusione delle nuove tecnologie (ITU). Girls in Itc è la è la giornata delle ragazze nell’Ict e si celebra il 27 aprile in tutto il mondo, per promuovere la partecipazione delle donne nel settore dell’Information and communications technology.  Girls in Ict organizzerà oltre 7.200 eventi, sparsi per 160 Paesi, tra cui anche in Italia.

Oltre a Milano anche altre città hanno organizzato incontri di informazione. A Roma si è svolto un convegno dedicato all’imprenditoria femminile, presso l’Auditorium Enel. A Potenza la Camera di Commercio ha organizzato una giornata di informazione ed orientamento. Per scoprire quali sono le otto professioni del futuro e quali le opportunità esistenti nell’area Stem sia a livello locale che nazionale.

Donne e tecnologia 

Nel nostro paese le donne che occupano posizioni scientifiche sono solo il 31,71% contro il 68,9% degli uomini. Dati dovuti ad un ambiente sociale poco favorevole nei loro confronti. Motivo per cui il Comune di Milano  si è mosso a favore, per attivare iniziative a favore del mondo femminile ed avere un dato maggiore rispetto a quello attuale.

Ciò non toglie che  negli ultimi anni l’interesse femminile verso il settore sia cresciuto. Secondo quanto confermato, in una recente ricerca di LinkedIn, nel 2016 si ha avuto una netta crescita di contratti femminili nel settore tech. In particolare: user experience designer, chief technology officer, web developer. Tendenza  positive, senz’altro,  ma con un impatto ancora marginale sulla forza lavoro rispetto ai colleghi uomini.

C’è da dire che sempre più aziende puntano sull’esperienza e la passione femminile. A dimostrarlo le diverse e tante iniziative che mettono al centro le donne e le loro competenze. Come nel caso di Smart Girls, Smart City Hackathon, Stem in tha City.

Con Stem in the City, l’obiettivo comune è quello di mettere al centro dell’agenda la formazione femminile in tutti quei campi che la trasformazione digitale sta rendendo strategici. Campi necessari per lo sviluppo delle imprese e del paese stesso.

Programma – 27.28.29 la maratona delle STEM.

Felicia Bruscino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *