All’Olimpico di Torino stop dei concerti

0

Lo stadio Olimpico di Torino non sarà più teatro di grandi concerti, almeno per la stagione del 2017, ad eccezione dello spettacolo di Tiziano Ferro, in programma il 21 Giugno.

La città ha siglato un accordo con la federazione calcistica Torino che rende proibitivo esibirsi all’Olimpico per una questione di soldi.

Il contrato prevede che gli utilizzatori dell’impianto non possano accedere a più di una fidejussione nei confronti del Comune , ma della società calcistica e che, una volta terminato l’evento, si provveda a ricostruire il manto erboso, tutto o in parte. Il costo, a questo punto, si aggirerebbe attorno ai 200 mila euro. «Un po impegnativo» ha commentato Giulio Muttoni, decano dei promoter che gestiscono le star della musica.

Una bella questione per la compagine politica M5s che governa oggi Torino. L’amministrazione Appendino può ancora contare nel Pala Alpitour che sforna date molto accattivanti, ma i concerti estivi nella cornice dell’Olimpico di Torino, erano la ciliegina sulla torta. Il sindaco non si dà per vinta e ha già organizzato un incontro con le controparti.

Un’altra piaga sull’intrattenimento di ampio spettro per il capoluogo Piemontese. Il confronto con Milano si fa sentire dopo la vicenda del salone del libro, che ha visto nascere la concorrenza, scomoda, del capoluogo lombardo e dopo l’annullamento della mostra di Manet, ora in programma sempre nella città meneghina.

«Milano è Milano ­ sottolinea Muttoni ­ attira di più. Molti artisti pensano a Milano o Roma, non a Torino. Un evento all’Olimpico di Torino lo devi strappare con i rapporti, creando le situazioni, giocando con l’accoglienza migliore. Su questo si deve giocare. E dopo che si è venuti una volta, si torna con piacere una seconda»

A sostegno dell’opinione di Muttoni c’è l’esempio che l’ha visto protagonista, quando pressando Roberto de Luca di Live Nation riuscì a portare il concerto degli U2 all’Olimpico di Torino strappandolo indovinate un po a chi? Ma a Milano è ovvio.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi