Adesso basta, stop invasione! Via i neri dall’Italia

0

Avete mai provato quella strana sensazione di fastidioso rigurgito gastroesofageo? Brutto, vero? Ebbene, quella è la sensazione che prova qualsiasi buon italiano alla vista di tutti questi neri. Ormai l’italia ne è piena. Una vera e propria invasione. Le nostre belle città, da nord a sud, si ritrovano a fare i conti con gli effetti devastanti della presenza di questi esseri subumani. Di solito si aggirano indisturbati per le periferie, ma li trovi spesso alla stazione ferroviaria. Bivaccano in ogni dove. Il più delle volte non lavorano, e questo fa girare un pò le scatole a tutti. Spesso sono violenti, ma solo quando sono in branco. Sì, perché presi singolarmente sono fondamentalmente dei vigliacchi, ma quando si organizzano compiono atti molto violenti. Eppure una volta avevano paura di farsi vedere in giro anche in gruppo. Ora non è più così. Organizzano manifestazioni in piazza, pretendono di poter partecipare perfino alla vita politica dall’Italia. Maledetti neri puzzolenti, uno di loro siede perfino al parlamento europeo! Dove andremo a finire? È tutto organizzato? C’è chi lo pensa da anni. Di sicuro abbiamo sbagliato a farli entrare, non dovevamo permetterlo, i nostri padri sono morti per difenderci dall’invasione. È di sicuro colpa nostra, eppure non è difficile individuarli, ci camminano accanto, fanno la spesa, frequentano le nostre scuole, escono con le nostre donne e spesso le molestano. Siamo stati troppo permissivi con loro, abbiamo sottovalutato il problema che è di dimensioni spaventose. Ormai tutta Europa sembra soffrire per colpa di questi neri. Sono una malattia, un cancro da estirpare il prima possibile. È ora di dire basta, stop invasione! Bisogna organizzarsi e cacciarli via tutti. Non ne possiamo più di tutti questi neri, bisogna dimostrare che siamo un popolo civile e annientare tutti questi fascisti di merda. Populisti, furbetti del quartierino, gente rozza ed ignorante che non riesce a mettere quattro parole in croce, ma pretende di disquisire di politica internazionale con l’interlocutore di turno. Stop invasione, basta con movimenti fascistoidi e/o pseudo democratici che cambiano nome, ma conservano sempre la stessa radice putrida: Casapound, Forza Nuova, Fratelli D’Italia e Lega Nord. Basta con il pentastellato transfugo della sinistra che, si dichiara ancora comunista, ma che non vuole l’immigrato. “Portatelo a casa“, “buonista del ca…” la tiritera che ripete ossessivamente ad ogni discorso, articolo o link . Basta col “io non sono razzista, ma“, ma che? Basta con chi ah, vuoi lo ius soli? Sei un pidiota, vattene a fanc… tu e la Boldrini “. Basta con ” ecco cosa fanno le risorse della Boldrini”. Per essere antifascisti ed avere buonsenso, non significa essere piddino, significa essere civili ed umani. Basta fare la lotta ai più deboli, non è colpa degli immigrati se l’italia va a rotoli, ma siete ottusi e continuate a farvi prendere in giro da chi vi aizza contro quella povera gente. Sapete cosa? Siete dei poveracci, servi e schiavi di questi manipolatori nemmeno tanto bravi, perché è un gioco da ragazzi manipolare menti come le vostre; prendete per buona ogni bufala che vi propongono, 9 volte su 10 vi fermate al titolo, siete proprio gli schiavi perfetti. Non ve la prendete, ma i neri siete voi.




Stop invasione, basta! Siete voi gli unici parassiti da schiacciare, è vostra la puzza che appesta questa giovane e fragile democrazia. Voi violenti, dietro le più grandi stragi del nostro secolo, voi assassini, luridi e neri fascisti. Voi con il vostro imbecille e pretestuoso “aiutateli a casa loro”, ci dispiace, ma l’avete già fatto voi, li avete: seviziati, torturati, stuprati, ammazzato tutti, senza distinzione  (in questo siete stati democratici) uomini, donne, anziani e bambini. Avete rubato tutto ciò che potevate rubare, avete compiuto i peggiori genocidi e adesso? Pretendete cosa? Ve ne dovete andare, basta!

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi