Summer, sospesa e quasi arrestata: quanti guai può causare una maglietta

Huffpost
0

Sta per arrivare l’estate e con lei sta arrivando il caldo. E il corpo che tutto sa, inizia già a chiedere di essere alleggerito da tessuti pesanti… Ahi ahi, che guaio…

Ricordo ancora quando un sacerdote, al termine della celebrazione, esortò le donne a “non svestirsi troppo durante l’estate e a sopportare il calore…“, un’indicazione tutta al femminile, ovviamente.




Chissà poi perché: della donna importa ben poco quando si tratta di difenderla, quando si tratta di riconoscerla tale e quale all’uomo e quando si tratta di conferirle ruoli e mansioni di un certo livello e di una certa importanza, ma qual grado di attenzione si rivolge al genere femminile quando si tratta di limitarne scelte e comportamenti.

E che avrà mai,, questo corpo di donna da impaurire, da indisporre, da inorridire così tanto?!!

Copritevi, quindi, donne.

Anche perché, se “a causa del vostro modo di vestire, qualcuno dovesse farvi del male, sarà stata colpa vostra“.

E perché presentarvi a scuola con una maglietta che lascia scoperte solo le spalle può causarvi seri problemi come la sospensione, l’impossibilità di svolgere l’esame e il rischio di essere arrestate. E non è un’esagerazione: è successo realmente a Summer, una studentessa dell’Hickory Ridge High School di Charlotte (Carolina del Nord, Stati Uniti).




La ragazza presentandosi a scuola con una semplice maglietta che lasciava scoperte solo un po’ le spalle, è stata rimproverata dal preside e dal medesimo le è stato impedito di svolgere attività scolastiche e di sostenere l’esame, senza tralasciare la minaccia di arresto provata dalla presenza di un poliziotto (con pistola, ovviamente) che l’avrebbe portata via nel caso Summer si fosse rifiutata di cambiarsi. Incredibile.

Osceno. Vergognoso. E grave.

Perché la maglietta non ha nulla di indecoroso così come non ha nulla di indecoroso il corpo della donna reso sempre oggetto di critiche, coperto, imballato, svestito, modificato, mostrato, venduto e umiliato… Coperte sì, quando e dove l’uomo vuole. Nude, come no: quando e dove l’uomo vuole.




Se due spalle scoperte sono motivo di punizione e di rischio di arresto, che non ci si creda più evoluti di altri popoli e di altri gruppi sociali. Che non ci si creda più rispettosi. Che non ci si creda superiori. Non lo saremo fin quando la donna sarà sotto occhi e mani e desideri di altri.

 

Deborah Biasco

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi