Blasone e merito: dicotomia che divide il mondo dello sport

Hanno fatto discutere le parole di Andrea Agnelli sulla storia dell’Atalanta. Nell’ambito di un summit internazionale, il presidente della Juventus ha sollevato un dilemma che sembra affligere dirigenti di club e di federazioni internazionali nel ragionare sul futuro degli sport seguiti da milioni di appassionati. È giusto contrapporre blasone e merito per abbozzare proposte di modifica ai sistemi esistenti?