Oggi inizia il Veganuary: buoni propositi per l’Anno Nuovo nel 2020

“Veganuary” nasce come organizzazione no profit nel 2014, nel Regno Unito, per promuovere un’alimentazione a base vegetale, e cercare di ridurre il consumo di carne, pesce e altri derivati animali: la “sfida” è quella di provare per 31 giorni – nello specifico nel mese di gennaio – una dieta vegana, grazie alle ricette e agli spunti offerti tramite la newsletter. Questo 2020 quindi, potrebbe iniziare prendendo parte al Veganuary: uno dei possibili buoni propositi per l’anno nuovo, per la tutela non solo degli animali, ma anche dell’ambiente.

SANA: il salone del biologico e del naturale a Bologna

Anche quest’anno a Bologna c’è stato SANA: il salone internazionale del biologico e del naturale. Cibo, stili di vita, cosmesi, abbigliamento, pezzi d’arredamento, incontri e conferenze… Un’agenda di quattro giorni dedicata alle novità nel settore e al contatto con gli imprenditori e con le aziende.
Noi di Ultima Voce siamo stati a SANA per raccontarvelo, e darvi qualche spunto per visitarlo in caso ve lo foste persi…

Soylent Green: il cibo del futuro è nella soia!

Soylent Green: il cibo del futuro è nella soia! – o forse, questo è ciò che vorranno farci credere?

Un film degli anni ’70 che combacia – in maniera quasi disturbante – con le previsioni degli scienziati di oggi. Il cinema distopico di fantascienza ci ha abituati a scenari da fine del mondo, glaciazioni, epidemie di zombie, città super-tecnologiche in cui i robot prendono il controllo… No, nulla di più semplice: nel 2022 – dunque nemmeno così distante da noi – ad affliggere il genere umano saranno problemi molto più concreti, molto più tangibili, con cui abbiamo a che fare già da tempo ormai: fame, surriscaldamento globale, esaurimento delle risorse – e tanta, tanta corruzione.
Soylent Green (uscito in Italia come “2022: i Sopravvissuti”) ce lo mostra appunto così, esattamente come ce lo preannuncia la scienza.