Ponte Morandi, l’Antimafia blocca azienda impegnata nella sua ricostruzione

Lo scorso febbraio è stata inserita tra le ditte sub-appaltatrici dalla Fratelli Omini spa per la demolizione e bonifica degli impianti tecnologici nel cantiere del Ponte Morandi, per un valore di circa 100mila euro. Ma la Dia di Genova teme che la Tecnodem possa trovarsi in uno stato di “asservimento e condizionamento” nei confronti di un clan camorristico.