Donella Meadows: la scienziata che predisse “I limiti dello sviluppo”

Donella Meadows è stata scienziata, portavoce carismatico del movimento ambientalista, dotata di straordinarie doti da scrittrice, è stata in grado di trasformare in un’opera best-seller – il libro “The Limits to Growth” (I Limiti dello Sviluppo) – un rapporto che mette in guardia sui limiti di una crescita sfrenata ed esponenziale, su un Pianeta le cui risorse non sono illimitate, e prima o poi si esauriranno: anticipando così una crisi economica, demografica, ambientale e planetaria.

Partigiani del Clima: la marcia fra montagne innevate, in nome del Pianeta

Davos, Word Economic Forum 2020: i leader del pianeta si incontrano per fare il punto della situazione, dandosi come nuova parola d’ordine per le azioni a venire la “sostenibilità ambientale”.
Ad attenderli, giovani “Partigiani del Clima: i Fridays for Future in marcia da tutta Europa, che insieme a Greta Thunberg rinnovano le accuse contro il protrarsi di greenwashing e immobilismo.

I 5 pilastri del negazionismo climatico: come negare la crisi ambientale

Come fa il negazionismo climatico, a riuscire a nascondere la realtà dei cambiamenti del pianeta? I motivi di chi nega la crisi climatica si basano su “cinque pilastri”, che ricorrono allo scatenarsi di ogni catastrofe ambientale, e contribuiscono a mantenere la popolazione “al sicuro” mentre come ci ricordano Greta Thunberg, i Fridays for Future, “la nostra casa è in fiamme”.

Il lato oscuro degli acquisti online e degli affari su Internet

Pensiamo di fare affari su internet, grazie alle offerte su siti di e-commerce come Amazon. Ma esiste un costo, e a pagarlo è il pianeta: gli imballaggi sono infatti uno spreco di risorse come carta, plastica e materiali non riciclabili. In più, aggiungono volume all’impatto che il trasporto di queste merci ha sull’ambiente.
È così necessario tutto questo sovra-imballaggio?
Esistono comunque delle alternative, per spartire il prezzo degli affari su internet in maniera leggermente più equa fra noi e il pianeta.

Siamo davvero nell’Antropocene? L’era geologica creata dall’essere umano

“Stiamo profondamente alterando l’equilibrio del nostro pianeta”: l’avrete letto ormai ovunque, perciò cosa differenzia questo dagli altri “allarmi(smi)”? È il concetto di Antropocene: il passaggio a una nuova era geologica,il cui autore è l’essere umano. Qualcosa che va oltre i “semplici” cambiamenti climatici – riguardante soprattutto la geologia – ma che riesce a comprendere e classificare tutta una serie di mutamenti, per l’appunto, “antropogenici”. L’Antropocene può comunque essere al contempo il problema, e la soluzione.

Chi sono i campioni di dumpster diving, che si contendono i cassonetti

Il dumpster diving è una disciplina “atletica”, che richiede forza, un occhio acuto, flessibilità degli arti, oltre che elasticità per allungarsi ad afferrare i pezzi migliori. Una pratica tutta basata su una dieta “zero costi e zero spreco”, all’interno dei cassonetti, in “competizione” soprattutto contro le grandi catene di supermercati e i ristoranti. Il traguardo è recuperare cibo invenduto, danneggiato, benché ancora perfettamente commestibile.