La crisi della magistratura: fine di un potere moralizzante

Con le inchieste sulla magistratura si apre un nuovo scenario. Tutti gli attacchi che le forze politiche, da Berlusconi in poi, hanno spesso portato contro i giudici, ora, potrebbero trovare una qualche legittimazione. Ecco quindi che l’ultimo potere statale, quello giudiziario, rimasto per molto tempo, in un certo senso, incensurato, viene travolto da un’indagine per corruzione che ne mina completamente la credibilità.