Il cane e il filosofo: l’animale è la poesia che educa la nostra razionalità a vivere

Un cane può insegnarci a muoverci nel mondo. A guardare l’altro senza coprire con le nostre parole i suoi silenzi. Ad accarezzarne il volto. Ad aver cura di una vita che non è la nostra. Tutto ciò non ha niente a che fare con l’essere “padroni” di un cane. Anzi, questa espressione leggendo il libro di Caffo risulta fuori luogo, ridicola. Ciò che un cane può insegnarci, racconta la vicenda, si apprende solo nella relazione benedetta tra due esseri di specie diverse che liberamente si scelgono.