I lavoratori sfruttati del ragusano: il caporalato come stile di vita

Nel solo comune di Acate (Rg), negli ultimi anni, la Caritas ha censito circa 2000 lavoratori immigrati vittime del caporalato.  In prevalenza nord africani e Rom. Un numero che, se analizzato criticamente, ovvero con la consapevolezza che la maggior parte dei lavoratori sfruttati restano, il più delle volte, invisibili come fantasmi, apre la strada a stime semplicemente agghiaccianti e spaventose.