Oggi inizia il Veganuary: buoni propositi per l’Anno Nuovo nel 2020

“Veganuary” nasce come organizzazione no profit nel 2014, nel Regno Unito, per promuovere un’alimentazione a base vegetale, e cercare di ridurre il consumo di carne, pesce e altri derivati animali: la “sfida” è quella di provare per 31 giorni – nello specifico nel mese di gennaio – una dieta vegana, grazie alle ricette e agli spunti offerti tramite la newsletter. Questo 2020 quindi, potrebbe iniziare prendendo parte al Veganuary: uno dei possibili buoni propositi per l’anno nuovo, per la tutela non solo degli animali, ma anche dell’ambiente.

Chi produce le uova da allevamento in Italia? Violenze sulle galline e truffe

Dietro alla produzione delle uova da allevamento – sia questo a terra o all’aperto, “bio”, o peggio in gabbia – esiste un sistema industriale, in cui le galline paiono essere considerate vere e proprie macchine da uova. Stipate in allevamenti dove regnano sovraffollamento, violenze, stress, condizioni igieniche rischiose innanzitutto per gli animali, oltre che per i consumatori, le galline vengono private delle loro libertà fondamentali. Non si tratta di vuote denunce, bensì dell’esperienza di chi in queste aziende, ha lavorato per tre mesi sotto copertura, documentando simili crudeltà.