Terremoto di lieve entità in UK, i residenti ironizzano sui “danni” subiti

La scossa percepita mercoledì notte è l'ultima di una serie di terremoti di lieve entità durata due settimane

La chiesa di Saint Peter a Newdigate, il villaggio epicentro del sisma. Fonte: commons.wikimedia.org; immagine di Colin Smith.
0

Un terremoto di magnitudo 3.0 ha interessato la regione del Surrey (UK); è stato percepito anche in parte del West Sussex.

terremoto uk
A sinistra: il sismologo Stephen Hicks con il parlamentare Jonathan Lord. Fonte: twitter.com/seismo_steve

La scossa, avvenuta nel cuore della notte di mercoledì 27 febbraio, ha svegliato gli abitanti di Newdigate, che hanno subito chiamato la centrale della polizia locale, chi per dare l’allarme, chi per avere maggiori notizie. Anche le vicine Crawley e Horsham hanno sentito la terra tremare, ma l’epicentro è Newdigate.

Qualcuno, sentendo il terremoto, ha pensato ad un incidente aereo e ha perciò avvertito le autorità. Infatti, a meno di venti chilometri si trova l’aeroporto di Gatwick e perciò si è pensato che il tremore della terra e i rumori correlati fossero da attribuire allo schianto al suolo di un aeroplano e non ad un sisma.

Sebbene quest’ultimo terremoto sia stato più potente dei precedenti registrati in questa parte del Regno Unito, che oscillavano tra 2.4 e lo 0.2 di magnitudo, non ha provocato seri danni fisici o strutturali alle abitazioni né alle persone, eccetto la caduta di oggetti. Secondo i dati ricavati dai sismografi della British Geological Survey, l’epicentro della scossa era a 2 chilometri di profondità.

Nonostante la preoccupazione manifestata all’inizio, proprio per questo gli abitanti della zona colpita non hanno esitato a scherzare sul fenomeno di cui erano stati testimoni, caricando foto di oggetti caduti a terra durante la notte o fotomontaggi ironici tramite i loro profili social, in particolare Twitter.

Il sisma è stato percepito anche all’aeroporto di Gatwick, ma non ha intralciato le operazioni e le attività quotidiane.




Terremoti di origine antropica?

La causa di questi terremoti, verificatisi nel giro delle scorse due settimane di febbraio, sarebbe naturale: come sostiene il sismologo Stephen Hicks, membro dell’Imperial College di Londra, che ha spiegato come queste scosse sono dovute al movimento delle placche mediterranea e atlantica. Tuttavia, alcuni indicano nell’attività di ricerca ed estrazione di gas naturale e combustibili fossili in atto nella zona limitrofa a quella coinvolta nel terremoto una plausibile causa dei fenomeni. Hicks però sottolinea come non ci siano delle prove concrete a sostegno di questa correlazione.

Barbara Milano.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi