TikTok e Fake News, terreno fertile per le teorie della cospirazione

TikTok ha fatto il boom di dowloads con il Covid-19 ed’è diventato terreno fertile per la diffusione di fake news e teorie della cospirazioni.




Fake News e disinformazione sono i tasti dolenti del web da sempre, con l’emergenza da Covid-19 la situazione è drasticamente peggiorata, se Facebook e Twitter hanno cercato di ostacolare la diffusione delle teorie della cospirazione, lo stesso non si può dire su TikTok. Il social cinese nell’ultimo trimestre è stata scarica 315 milioni di volte, sia dall’App Store di Apple che da Google Play Store.

La piattaforma è stata scaricata anche da molti teorici della cospirazione che ne hanno approfittato per diffondere notizie false, fuorvianti e deliranti sul Coronavirus.

TikTok, Fake News e Covid-19

Danni polmonari permanenti

Con la diffusione del Covid-19 Google ha stanziato 6,5 milioni di dollari per il monitoraggio delle notizie. Facebook e Twitter hanno contrastato la diffusione di Fake News segnalando le notizie diffuse e ricondivise dai proprio utenti.

Ad Aprile Twitter aveva già bloccato circa il 41% delle notizie false, mentre Facebook aveva già raggiunto il 76% (1 post su 3). TikTok non è riuscito a stare al passo con  l’insorgere delle numerose teorie della cospirazione.

A peggiorare la situazione il documentario Pandemicun film complottista su Coronavirus diventato immediatamente virale sul web, con milioni di visualizzazioni e condivisioni.

Pandemic

Pandemic è stato diffuso per la prima volta sul web il 7 maggio 2020 sulla piattaforma Archive.org, si tratta di un video di 26 minuti volto ad approfittare del Coronavirus per portare avanti le teorie No Vax.

Facebook, Twitter e Youtube fin da subito hanno fatto del tutto per ostacolare la diffusione del documentario, tuttavia il procedimento è ancora in atto visto le milioni di ricondivisioni che ha avuto il video. Stando ai dati raccolti da Fist Draft la piattaforma TikTok è stata invasa immediatamente dai frammenti del video, caricati a più non posso da milioni di utenti. La facilità di condivisione dei video su TikTok e la viralità degli stessi è incredibile, basti pensare che – stando alle stime di First Darft– l’hashtag #Scoprendo è stato inserito su 226 video generando ben 537.168 interazioni, di cui 210.433 da soli 10 video.

La maggior parte delle Fake News diffuse sul social network cinese riguardano la salute e la sicurezza pubblica, per questo motivo è intervenuta anche la Croce Rossa internazionale che, con la collaborazione di TikTok, sta cercando un modo per utilizzare il social per diffondere informazioni verificate sfruttando proprio la grande popolarità del social.

Segnalare le bufale

TikTok sta cercando di cambiare rotta e per frenare la diffusione di notizie false sulla piattaforma è stata introdotta una nuova funzionalità: gli utenti possono ora segnalare video “sospetti” permettendo così a chi di dovere di verificarne il contenuto.

Farlo è molto semplice, basta infatti cliccare sull’icona per la condivisione del video per accedere a un menù ben più ampio, nel quale è possibile trovare anche la sezione segnala. Cliccandovi si apre un menù a tendina nel quale è possibile trovare diverse motivazioni: da ‘informazioni fuorvianti’ a ‘incitamento all’odio’, ‘spam’ e molte altre ancora.

Emanuela Ceccarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *