Tina Costa, partigiana, antifascista, donna. Riposa in pace, ora tocca a noi

0

Tina Costa aveva 7 anni – sette anni! – quando compì il suo primo atto di resistenza al fascismo, rifiutando di indossare la divisa da figlia della lupa. Tina non poteva saperlo, ma in quel momento quella bambina di 7 anni ha scelto chi sarebbe stata per il resto della sua vita.

Una vita intera trascorsa a combattere, prima da staffetta partigiana, durante la Seconda guerra mondiale, rischiando più volte torture, impiccagione, internamento, morte, poi come sindacalista e attivista per i diritti sociali e civili di questo Paese. L’ultima, grande, battaglia l’ha combattuta ancora l’anno scorso, a 92 anni suonati, facendo da testimonial al Gay pride di Roma. Prima di spegnersi, pochi mesi fa, a 93 anni, salutata con tutti gli onori per il suo straordinario impegno antifascista.

Tre settimane fa, a Cinecittà, le hanno dedicato questa targa. E, per due volte in pochi giorni (l’ultima la sera di Natale) è stata sporcata e infangata con una svastica da infami neonazisti. È stata ripulita una volta, lo sarà una seconda, una terza e una quarta se necessario. S’illudono di poter cancellare la storia, la forza, la dignità di questa donna. Non sanno che queste parole di Tina scolpite sulla targa sono semi che volano già per il mondo, mossi dal vento, e cercano solo un terreno giovane e fertile su cui posarsi. Eccole:

“Sarò in piazza fino a quando avrò l’ultimo respiro, perché so di essere dalla parte del giusto e che le mie idee sono condivise da tanti.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

NUOVA INTIMIDAZIONE NAZISTA CONTRO TINA COSTA A piazza di Cinecittà, qualche vile furfante ha apposto una svastica sulla targa in memoria di Tina Costa, storica partigiana scomparsa lo scorso marzo all’età di 93 anni. Una combattente della Resistenza che ci ha insegnato che le libertà e i diritti conquistati di oggi possono essere messi in discussione in futuro. Diritti, che per tale ragione, dobbiamo costantemente difendere. E non sarà il vento nostalgico del passato o l’ignoranza di qualcuno (che non sa nemmeno disegnare bene la svastica stessa) a farci smettere di ribadire e difendere le nostre libertà ed i nostri diritti. #unirete #antifascista #controgliestremismi #tinacosta #partigiani #resistenza

Un post condiviso da UniRete Tor Vergata (@uniretetorvergata) in data:


Tina Costa, partigiana, antifascista, donna.
Riposa in pace, ora tocca a noi.

 

Lorenzo Tosa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi