Torino: trapianto di rene al posto della milza ad una bambina di sei anni

Alle Molinette di Torino è stato eseguito un trapianto di rene al posto della milza su una bambina di sei anni. Primo intervento del genere al mondo.

torino-trapianto-rene
Fonte: meteoweb.eu

A Torino, presso l’ospedale le Molinette è stato effettuato il primo trapianto al mondo di rene al posto della milza ad una bambina di sei anni. La paziente infatti soffriva di un’anomalia vascolare fin dalla nascita che non le permetteva né di bere né di urinare.

La bambina, affetta da una rarissima anomalia del rene, aveva già subito un primo intervento nel 2014. Il trapianto di un nuovo rene non ha avuto l’esito sperato. Il team di medici ha analizzato a fondo il caso della piccola ed è arrivato alla conclusione che un nuovo trapianto di rene sarebbe risultato problematico in quanto avrebbe gravemente danneggiato l’apparato vascolare, già gravemente compromesso della bambina.

La paziente infatti ha subito la dialisi presso l’ospedale Regina Margherita di Torino fin dalle prime ore di vita . Il team dei medici ha deciso così di effettuare un trapianto di rene che andasse a sostituire la milza. L’intervento si è avvalso di una tecnica chirurgica all’avanguardia che prevedeva l’asportazione della milza e l’impianto del rene sui vasi della milza. Grazie ad un donatore adulto, l’intervento è stato eseguito da un team di medici composto dai chirurghi Renato Romagnoli, Maurizio Merlo e Sedigh insieme alla dottoressa Licia Peruzzi, responsabile clinica del trapianto renale pediatrico

L’intervento è avvenuto nella notte tra il 9 ed il 10 dicembre ed ha avuto un esito positivo. La bambina ha subito ripreso le funzioni vitali ed ora può bere ed urinare normalmente grazie al collegamento dell’uretere del rene trapiantato (di dimensioni maggiori in quanto appartenente a donatore adulto) con la vescica.  Dopo pochi giorni di terapia intensiva è stata trasferita al Centro trapianti renale del Regina Margherita di Torino.

Laura Maiellaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *