Twitter fornisce dettagli sugli annunci politici

Anche Twitter introduce maggiore trasparenza sulle inserzioni a scopo politico. Puoi scoprire chi paga e per cosa nelle elezioni.

Fonte immagine: Tale Trader.
0

Twitter fornisce dettagli sugli annunci politici nel nuovo centro di trasparenza. Proprio così, mentre il tuo feed Twitter si riempie di annunci per le elezioni di medio termine. Preparati a ottenere maggiori informazioni su chi ha pagato per gli annunci e sul motivo per cui potrebbero aver scelto come target un determinato annuncio. Il social network ha infatti annunciato il lancio del centro per la trasparenza sulla pubblicita’ (Ads Transparency Center). Un sistema che consente di identificare chi sta facendo certe inserzioni sulla piattaforma. Similmente ai View Ads lanciati nei giorni scorsi da Facebook.

È un portale in cui chiunque può cercare e vedere qualsiasi inserzionista sulla piattaforma social e vedere tutti gli annunci pubblicati su Twitter quella settimana. Oltretutto consente di avere maggiori dettagli per quanto riguarda le campagne politiche americane. Come ad esempio informazioni sul target demografico raggiunto e su quante volte e’ stata visualizzata una determinata pubblicita’.





Per procedere con le ricerche basta individuare il profilo Twitter su cui si vuole avere informazioni e quindi visualizzare le inserzioni fatte negli ultimi sette giorni. Da quell’utente. Tra l’altro non è necessario essere iscritti al social per accedere alla funzione. Inoltre, la società aggiunge informazioni agli annunci quando compaiono nel tuo feed, tra cui un badge che lo identifica come politico.

Ciò consentirà agli utenti di identificare facilmente gli annunci di campagne politiche, sapere chi ha pagato per loro e se è stato autorizzato da un candidato”.  Bruce Falck, direttore generale delle entrate di Twitter, ha scritto in un post sul blog annunciando le nuove funzionalità.

Ads Transparency Center

L’annuncio arriva dopo che Twitter, insieme a Google e Facebook, ha affrontato interrogatori da parte dei legislatori statunitensi. Sulla messaggistica politica sui social media durante la campagna presidenziale del 2016. Facendo riferimento ai risultati delle agenzie di intelligence statunitensi, che il governo russo ha condotto una campagna online di disinformazione e divisione. I legislatori hanno chiesto cosa stavano facendo le società di social media per assicurarsi che gli inserzionisti politici fossero legittimi e seguendo le leggi sulla finanza delle campagne.

All’epoca, Twitter era l’unica azienda che si sarebbe impegnata a non accettare denaro straniero per gli annunci politici negli Stati Uniti. Da allora, tutte e tre le aziende, hanno annunciato che si impegneranno maggiormente per identificare gli annunci politici. E mantenere così gli utenti informati su chi paga per loro. A maggio, Facebook ha pubblicato un archivio ricercabile di annunci politici dal suo sito e da Instagram.

Google ha dichiarato che pubblicherà un rapporto sulla trasparenza relativo alla spesa pubblicitaria politica per i suoi servizi, tra cui YouTube. Il centro di trasparenza degli annunci di Twitter e i contrassegni degli annunci politici si applicano solo alle elezioni federali, così come la sua politica sulla pubblicità politica negli Stati Uniti .





Facebook dichiara che in futuro, la società prevede di introdurre una politica per “pubblicare annunci”. Ciò sembrerebbe applicarsi alle elezioni statali e locali. Le elezioni federali degli Stati Uniti riguardano solo i seggi eletti e non le iniziative elettorali di referendum.

Twitter dal canto suo dichiara che sta cercando di introdurre funzionalità per gli annunci politici nelle elezioni statali e locali in futuro. Ma non si è impegnato a farlo.

 

Felicia Bruscino 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi