Ufo, il Pentagono conferma l’autenticità di alcuni filmati. Obama: bisogna indagare per capire di cosa si tratta

Il Pentagono ha confermato l’autenticità di un filmato del 2019 nel quale il personale della Marina militare statunitense avvistava un oggetto volante non identificato (Ufo) con caratteristiche tali da non rispettare le leggi della fisica. A sottolinearne la veridicità è il Dipartimento della Difesa (Dod) degli Stati Uniti.  Susan Gough, portavoce del Dipartimento, ha affermato che il video è stato effettivamente girato dal personale della Marina e che sono in corso ulteriori indagini.

Tuttavia non si tratta di un fenomeno isolato. Moltissimi sono i video e le testimonianze degli avvistamenti degli Ufo riportate nei dossier. A gennaio la CIA ha rilasciato dei documenti segreti contenenti moltissime testimonianze, moltissimi video e documenti sugli avvistamenti di Ufo dagli anni Cinquanta fino al Duemila.

Non tutti i filmati analizzati sono originali. Per verificarne la veridicità è stata istituito la Unidentified Aerial Phenomena Task Force (UAPTF) ovvero l’Unità operativa che ha il compito di portare avanti indagini approfondite sugli Ufo. A parlare seriamente della questione Ufo è stato anche il 44esimo Presidente americano Barack Obama. Nel corso di un’intervista alla CBS, Obama ha dichiarato che è necessario capire di cosa si tratta realmente.

“La verità è che spesso abbiamo trovato oggetti nei cieli dei quali non sappiamo spiegare la natura. Non sappiamo come fanno a muoversi in quel modo, con quelle traiettorie. Bisogna continuare ad indagare per capire di cosa si tratta”.

Tuttavia il riscontro dell’autenticità di alcuni filmati non significa che si sta confermando la presenza degli alieni sulla terra. Si tratta piuttosto di oggetti volanti non identificati, di cui non si conosce la natura.

Gli avvistamenti

Ricordiamo, ad esempio, l’incidente di Roswell. Nel 1947 infatti un oggetto volante non identificato è caduto dal cielo nei pressi di Roswell, New Mexico. Successive indagini hanno poi dimostrato che si era trattato di alcuni detriti provenienti da esperimenti segreti legati a progetti atomici. Molti sono tuttavia gli episodi ai quali non si è riusciti a dare una spiegazione. Nel video del 2019 infatti si vede un oggetto volante muoversi in maniera incontrollata e sparire successivamente in acqua.

“Non siamo in grado di spiegarne il comportamento in volo, come facciano a volare in quel modo o a seguire quelle traiettorie”

Il filmato mostra quello che viene definito, dagli esperti del Pentagono, “transmedium veichle” ovvero un veicolo in grado di muoversi attraverso l’aria, l’acqua e il vuoto. Un veicolo in grado di raggiungere velocità sorprendenti per poi sparire e riapparire improvvisamente. Quello presente nel filmato entra in acqua senza danneggiarsi.



Le testimonianze

Ryan Graves, ex tenente della Marina, durante un’intervista nel corso del programma americano 60 Minutes, ha affermato di aver visto questi oggetti non identificati fluttuare più volte sull’Atlantico al largo della Virginia. Secondo i piloti della Marina militare statunitense è necessario cercare di indagare l’origine di tali veicoli per capire se possano rappresentare una minaccia, se si possa trattare di veicoli creati al fine di spiare le tecnologie americane o se invece è qualcosa di extra-terrestre. L’attuale Presidente americano Biden tuttavia non ha ancora espresso un parere in merito, ma piuttosto sembra voler sorvolare sulla questione Ufo. Nel 2007 è stato aperto un programma di indagine sugli Ufo, l’Advanced Aviation Threat Identification,  chiuso nel 2012 per mancanza di fondi da parte del Ministero della Difesa americano.

Moltissimi sono stati gli avvistamenti nel corso del tempo e moltissimi sono gli interrogativi ancora aperti. Sicuramente si tratta di un argomento che affascina, tuttavia è pur sempre necessario analizzare i fatti con cautela.

Irene Amenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *