Vacanze low cost, exploit dell’Albania. Oltre 182mila italiani l’hanno scelta

Strutture nuove, prezzi bassi e scenari incantevoli. La nuova linfa del turismo albanese

0

Stanze a partire da 30 euro e cene a base di pesce a soli 10 euro. No, non si tratta di posti dimenticati dal mondo né tantomeno di scarsa qualità, ma parliamo dell’Albania. Sono tanti gli italiani che quest’anno hanno puntato ad una vacanza low cost soggiornando in nuove strutture a 4 stelle, usufruendo di spiagge incantevoli e gustando prelibati piatti a prezzi eccezionali. Il turismo italiano in Albania nel 2017 ha infatti segnato un +56% rispetto allo scorso anno, con oltre 182mila presenze da gennaio a luglio.

Dunque l’Albania si afferma come meta balneare low cost offrendo scenari molto simili alle più costose isole greche come Mykonos e Santorini. E sembrano averlo capito molto bene soprattutto i pugliesi, che rappresentano il maggior numero di turisti che quest’anno hanno scelto l’altra sponda dell’Adriatico. “Non c’è dubbio che l’Albania attualmente mantenga il miglior rapporto qualità (buonissima) e prezzo – afferma il tour operator Tommaso Valenzano – perché abbiamo strutture nuove e confortevoli a costi convenienti“.

I pacchetti proposti per una settimana nella costa sud albanese partono da 400 euro in appartamento fino a 600 euro in un 4 stelle, nave inclusa. Mentre per le isole greche più gettonate e in voga nell’ultimo periodo si arriva anche a 1.000-1.300 euro “ma con una qualità dell’offerta inferiore” spiega Valenzano. Molto successo sta riscuotendo la località di Saranda grazie alle meravigliose spiagge e agli incantevoli scenari naturali che offre. Qui il prezzo per una suite in un hotel a 4 stelle si aggira intorno ai 70 euro, un vero affare.




Ma non solo pugliesi, quest’anno un sacco di gruppi sono arrivati in Albania da Roma e Milano. Alcuni albergatori parlano di un 75% di ospiti italiani nelle loro strutture. Dove oltre al confort dei nuovi hotel, hanno la possibilità di mangiare piatti prelibati a pochi euro. Un esempio? Un piatto di pasta ai frutti di mare lo si trova a soli 5 euro, nonostante siano località turistiche e nel pieno dell’alta stagione. Ma oltre alle spiagge e al cibo, queste località stanno entusiasmando i turisti grazie alla possibilità di praticare trekking, climbing, rafting e paracadutismo.

Oltre a Saranda, spiagge da sogno potrete trovarle a Ksamil, Dhermi, Gjipe e se amate la natura, a queste si affiancano le attrazioni delle riserve e dei parchi naturali. “E poi ci sono i tre siti Unesco, ovvero Butrint, Berat e Gjirokastër e una nuova passione per l’agriturismo” afferma il direttore generale dell’Agenzia nazionale del turismo in Albania, Ardit Collaku. Ed ora, visti i numeri eccezionali e in continua crescita, è stato siglato un protocollo d’intesa dall’Autorità portuale del Levante con il Consolato dell’Albania per snellire i controlli alla frontiera e poter così ridurre al minimo i disagi e le attese.

Se dunque volete godere di queste spiagge paradisiache, strutture nuove e cene a base di pesce accessibili senza costi da capogiro, affrettatevi. Perché visto il vertiginoso incremento di turisti, presto gli albergatori potrebbero alzare l’asticella e iniziare ad adeguarsi alle altre mete più gettonate. Qualcuno lo ha già fatto ed è il segnale che presto le cose potrebbero cambiare.

Gianni Chiarappa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi