La Valle dei Templi: incontro tra storia e tecnologia

Più agevole l'accesso alla Valle dei Templi grazie al teleticketing

Fonte: upload.wikimedia.org
0

La Valle dei Templi, pregiatissimo sito archeologico non lontano dalla città siciliana di Agrigento, quest’anno ha registrato numeri da record (818mila visite sino ad ottobre), aggiudicandosi il primo posto per numero di visitatori dell’intero- ricchissimo- patrimonio storico e culturale dell’intera regione.




Numeri che fanno ben sperare, anche perché evidenziano un significativo incremento rispetto all’anno precedente: nel 2016, infatti, si era arrivati complessivamente a 700mila visitatori; inoltre, nel 2017 la Valle dei Templi ha ottenuto un aumento di attività del 15% negli ultimi tre mesi, nonché del 24.6% in totale rispetto ai dodici mesi precedenti.

Forse proprio questi elevati numeri hanno spinto la regione Sicilia a fare della Valle dei Templi il sito archeologico dal quale far partire un progetto  sperimentale: presto, infatti, sarà possibile per essa acquistare i biglietti d’ingresso (anche se dedicati ad eventi specifici) in rete, adoperando la piattaforma Snapp, di cui è proprietaria Coopculture (cooperativa dedita alla gestione dei beni e delle attività culturali, attiva nel sito dell’agrigentino).




Un’ottima occasione per incentivare il turismo per la suggestiva area archeologica, che taglia il traguardo assieme al museo archeologico regionale “Pietro Griffo” (che ha celebrato nel 2017 il cinquantesimo anniversario della sua istituzione), alla casa natale di Luigi Pirandello, al Parco archeologico ed all’Antiquarium di Eraclea Minoa; seguiranno, subito dopo, altri poli di interesse storico- culturale della regione siciliana.




Related Posts

Grazie a questa innovazione, si auspica di incentivare la crescita del numero delle visite annue, in virtù del risparmio dei tempi e dei costi di gestione.

Così, la tecnologia si mette al servizio della cultura e dell’arte antiche e la Sicilia si appresta a colmare il gap che la distanzia ancora da altre aree di interesse storico- culturale, italiane ed estere, già ampiamente fruibili tramite la rete.

A riguardo Letizia Casuccio, direttore generale di Coopculture, ha commentato:

Agrigento entra finalmente nel grande mercato mondiale della vendita via web dei biglietti e degli eventi. Noi ci siamo messi a disposizione dell’amministrazione regionale affinché le scelte di innovazione diventassero rapidamente operative. La Valle dei Templi e l’intero territorio di Agrigento potrà avvalersi di una piattaforma di vendita on line già sperimentata in altri 100 grandi siti culturali, dal Colosseo alle Scuderie del Quirinale, che già oggi vende oltre 11 milioni di biglietti ogni anno”.

Una pregevole iniziativa, insomma: cosa aspettate a prenotare?

Lidia Fontanella

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi