Viaggi: le mete da scoprire nel 2018 secondo Lonely Planet

La casa editrice australiana ha stilato una guida suddivisa per paesi, regioni e città.

0

La destinazione maggiormente consigliata è il Cile, che nel prossimo anno festeggerà i 200 anni dalla dichiarazione d’indipendenza

Organizzare dei viaggi è una passione comune a molte persone e in vista del 2018 Lonely Planet ha raccolto tramite i propri collaboratori, delle indicazioni per quanto concerne le mete da scegliere.

Il noto portale di viaggi ha diviso le destinazioni in base a paesi, regioni e città, applicando ad ognuna di queste categorie il metodo “dei migliori dieci”.

Iniziando dai paesi, quello maggiormente consigliato è il Cile. Dalla Capitale Santiago del Cile, alla ridente città costiera di Valparaiso, fino ad arrivare al deserto di Atacama e alle tre torri del Paine (montagne caratteristiche dai colori mozzafiato), questa terra ha molto da mostrare.

Tra gli altri paesi meritevoli figurano la Corea del Sud, il Portogallo (ormai in auge da diversi anni) e la piccola Gibuti, nazione sconosciuta al turismo di massa e ricca di particolarità (tra cui ammirare le spiagge bianche e gli squali-balena)

Sorprendente il responso anche per quanto concerne le regioni, con Belfast e la Giant Cuseway a comandare. Sulla bellezza e la varietà paesaggistiche di queste terre nulla da eccepire, a far scalpore è piuttosto la scarsa considerazione che è stata data finora all’Irlanda del Nord, troppo spesso oscurata dalla più rinomata Repubblica d’Irlanda.

Appena dietro troviamo le regioni di Spiti e Lahaul nell’Himachal Pradesh, in cui è possibile immergersi tra le montagne himalayane, i monasteri e i templi buddisti.

Rimanendo in questa lista, ecco le prime tracce d’Italia. Vista la vicinanza geografica per noi non è una novità, ma il mondo ancora non conosce benissimo lo splendore delle isole Eolie, al sesto posto di questa speciale “sotto-classifica”.

L’ultima parte di questa rassegna è dedicata alle città e in tal senso Siviglia regna più che mai. La Capital de Andalucia ha egemonizzato il turismo europeo e non solo. La sua arte mista ad una vita notturna piuttosto “loca” attirano gente da tutto il globo e il più delle volte spingeono a ritornare l’anno successivo.

Sul secondo gradino del podio c’è Detroit, noto polo industriale che sta cercando di espandersi attraverso idee ed innovazioni (come ad esempio l’ampliamento delle piste ciclabili). In questa graduatoria figura un’altra rappresentante del Bel Paese, ovvero Matera, capitale della cultura 2019.

Antonio Pilato

 

 

 

 

 

 




 

Leave A Reply

Your email address will not be published.