Viaggio nel 2020: le mete da non perdere il prossimo anno

Facciamo un viaggio nel 2020 e scopriamo quali saranno le mete da non perdere per il nuovo anno.

Viaggiare è diventato nelle ultime decadi un vero e proprio bisogno primario al quale le famiglie dedicano una parte sempre più sostanziosa del budget annuale, ecco le nostre mete per il vostro viaggio nel 2020.



Sport, accrescimento culturale, scoperta del nuovo e dell’inesplorato, questi sono solo alcuni dei motivi che spingono le persone a viaggiare.  Ma sopra tutto l’innata e insaziabile curiosità che da sempre spinge l’essere umano a metter lo zaino in spalla e varcare la soglia di casa per scoprire le meraviglie di terre lontane.

Alle porte del nuovo anno vediamo quali potranno essere le più interessanti mete da esplorare, con lo zaino in spalla, scarpe comode e tanta voglia di conoscere il mondo.

Georgia, la terra in cui “L’ospite è un dono di Dio”

Meta turistica che ai più potrà sembrare inusuale, ma che con la sua natura ancora per lo più incontaminata e la sua varietà paesaggistica è un paradiso per gli amanti del trekking e dello sci. Non solo sport però, perché tra montagne, deserti e lagune ci si potrà anche immergere nel relax delle numerose fonti termali e spa, la Georgia quindi è davvero una meta che consigliamo di visitare, anche per via degli ottimi collegamenti low cost e per la straordinaria accoglienza!

Uzbekistan, la terra del sole

Oggetto di sempre maggiore interesse è questo paese dalla grandissima storia e tesoro ancora non contaminato dal turismo di massa. Posto sulla Via della Seta, con la mitica città di Samarcanda ad oggi patrimonio dell’umanità Unesco, e grazie ad un clima che regala 300 giorni di sole all’anno, è un gioiello da non perdere, specie per gli amanti dell’arte, che qui troveranno un misto impressionante di arte islamica con influssi occidentali ma anche greca e achemenide, dovuto al susseguirsi delle varie formazioni socio-politiche che si sono avvicendate nell’area.  Anche qui ottimi collegamenti con l’Europa, strutture all’avanguardia e visti di facile rilascio, per favorire un turismo che siamo sicuri sboccerà nel prossimo futuro.

Macedonia del Nord, la terra nata due volte

Altra nazione in cerca di rilancio e ricca di bellezze e cultura millenaria, la Macedonia del Nord ( come si chiama ufficialmente dal 2019 ), dopo aver “fatto pace” con i vicini della Grecia, è pronta ad aprirsi ai turisti più curiosi. Niente mare ma tanta cultura, natura e gastronomia, con l’aggiunta di alcune chicche da non perdere: lo splendido Lago Ohrid, ora raggiunto da voli diretti, e l’High Scardus Trail, una via di 495 km percorribile a piedi che attraversa le vette più belle dei Balcani.

Aruba e San Nicolas, la Città dell’Alba

In questo piccolo angolo di paradiso ( formalmente facente parte del Regno dei Paesi Bassi ) situato nel Mar dei Caraibi, a largo delle coste del Venezuela, si corre il rischio di perdersi nello spirito del continuo far festa. Lo spirito solare e festoso dei locali trova la propria massima espressione a San Nicolas, colorato e festaiolo fulcro culturale dell’isola.

Le spiagge da sogno e l’atmosfera paradisiaca sono il contorno perfetto per la meravigliosa barriera corallina che è possibile trovare a largo delle sponde sabbiose, che il governo locale sta cercando di proteggere a tutti i costi con la sua ferrea politica plastic free. Un luogo unico da non perdere.

Liberia, tra le onde dell’oceano e le foreste incontaminate

Surf, spiagge mozzafiato e alcune delle foreste più belle di tutta l’Africa. Questo e molto altro è la Liberia. Certo non è un viaggio per tutti, molto spesso infatti i turisti preferiscono appoggiarsi a viaggi organizzati per evitare una lunga e complessa pianificazione per gli spostamenti. Tuttavia per i viaggiatori più esperti può risultare una meta splendida, paradiso dei surfisti e con le foreste che ospitano le più disparate forme di vita: scimpanzé, elefanti, ippopotami pigmei e chi più ne ha più ne metta.

Dal punto di vista architettonico, l’influenza dei colonizzatori ex schiavi d’America è ancora ben visibile, purtroppo però gran parte del patrimonio è in rovina a causa delle guerre civili dello scorso secolo e dell’incuria dei precedenti governi. Una meta da non perdere per gli amanti dell’avventura!

Mettiamoci in viaggio

Ovunque decidiate di andare in questo anno alle porte ricordate: zaino in spalla, scarpe comode e rispetto per i luoghi e le culture che si incontrano, perché la diversità è il vero tesoro da scoprire.  Il nostro viaggio nel 2020 finisce qui, che inizi presto il vostro.

Emanuela Ceccarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *