Video hard di una ragazza di Pozzuoli finisce in rete

È successo ancora dunque, dopo il tragico epilogo di Tiziana Cantone, la ragazza divenuta, purtroppo famosa, per la vicenda che ormai tutti sappiamo; dopo, il caso della giornalista sportiva di Sky, Diletta Leotta, alla quale hanno “hackerato” il cellulare, facendo finire in rete decine e decine di foto e video hard, stavolta è toccata ad una ragazzina di 19 anni di Pozzuoli in provincia di Napoli.

selvaggia-lucarelli-660x330

Si tratterebbe di un video hard in cui la ragazza ha un rapporto orale con il suo ragazzo.  In poco tempo è diventato virale su Whatsapp. Il video è entrato in possesso di un 23 enne concittadino della sfortunata ragazza. Il balordo, lo avrebbe postato su Facebook, e avrebbe fortemente deriso la ragazza, vantandosi nei commenti, di conoscerla personalmente e apostrofandola come “Zoccola“.

Facebook
Facebook

La ragazza è sparita da Facebook, così come anche il video  ed il commento sul profilo dell’infame e che lo ha diffuso. Sfortunatamente per lui, la nota Blogger Selvaggia Lucarelli, è riuscita a recuperarlo prima che lui lo eliminasse, e su Facebook ha scritto :

Ciao eroe. Visto che ti vanti in una bacheca pubblica delle tue gesta, ti spiego cosa succede ora. Succede che tu e qualche amichetto state vedendo, commentando con ilarità e facendo girare un video che una ragazza non intendeva condividere con voi. La ragazza si è tolta da fb e sta subendo quello che ha tutta l’aria di essere un brutto episodio di bullismo più magari altri reati connessi. Non aggiungo particolari (che conosco), quelli li fornisco domani a chi di dovere. Intanto, se quel video esce da qualche parte, conosciamo il primo individuo certo da cui andrà a bussare la polizia postale“.

A far emergere il caso, la denuncia di Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli, noti speaker della stazione radiofonica Partenopea “La Radiazza“. Adesso si teme per la ragazzina, che da quanto appreso, nemmeno sapeva di essere ripresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *