Vittorio Grigolo:La verità del tenore dopo le accuse di palpeggio

Vittorio Grigolo, sul palcoscenico giapponese, il 18 settembre palpeggiò una ballerina o un “trucco di scena” in gommapiuma? Fu vera molestia? O vera commedia degli equivoci? L’ardua sentenza ai telefoni del pubblico che immortalavano il successo del tour in Giappone del Faust della Royal Opera House, con il maestro Pappano.

Il tenore rompe il silenzio:

Vittorio Grigolo ritorna a parlare dopo un momento di silenzio.



E mentre gli Sherlock Holmes del lirico londinese setacciano l’online e provano a far “cantare” il cast, il tenore rompe il silenzio: «Io sono sereno».
«Con il mio team», aggiunge il cantante che tra Naomi Campbell e la Sozzani, ha un catalogo di fidanzate da far invidia a Don Giovanni, «stiamo collaborando con la Royal Opera House dando completa disponibilità per tutti i chiarimenti del caso».

Le accuse

Accuse pesanti, contrastate da una difesa fondata invece sul “poliuretano espanso elastico”, soffice come una spugna. Sembra che i legali del cantante, impegnati a salvare reputazione, carriera e contratti a più zeri (al momento non ci sono denunce penali) sostengano la tesi che si sarebbe trattato di uno scherzo, una boutade, non gradita, in risposta a una scena clou. Durante lo spettacolo, la ballerina incinta invita Faust (Grigolo) a toccarle la pancia, ma lui, come previsto da copione, si ritrae. A fine replica, proprio durante gli applausi avrebbe, invece, accettato l’invito.
Ma se anche la mano fosse stata di piuma, e il ventre di gomma, le parole rimbalzate davanti e dietro il sipario sarebbero state comunque di piombo. Ed è sul fronte sonoro che si danno battaglia accusa e difesa. Tutto ancora da indagare, circostanziare, verificare. Ma nel mondo della lirica, dove i casi di molestia, o presunta molestia, sono sempre più frequenti, ancora non è ben chiaro se “fino a prova contraria” si è colpevoli o innocenti.

Grigolo

A differenza di Placido Domingo, anch’egli accusato di molestie e reduce da un passo indietro, Grigolo non ha intenzione di nascondersi, anche perché a dicembre si esibirà all’Arena di Verona, e sono già tantissimi i biglietti venduti per il suo grande ritorno. «Ringrazio di cuore tutti gli amici che mi sono vicini con tanti messaggi e tante dimostrazioni di affetto e supporto», conclude Grigolo sui social.

Fonte. IlMessaggero

Mariafrancesca Perna

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *