Whatsapp: ecco la rivoluzione dei messaggi vocali

La messaggistica di Whatsapp come la conosciamo oggi è passata attraverso diverse fasi negli ultimi anni. Dai semplici SMS su cellulare alle chat di gruppo su smartphone, fino alle telefonate con le applicazioni e i messaggi vocali. L’acquisto di sempre nuove ed innovative funzioni  di Whatsapp ad opera di Mark Zuckerberg, attuale possessore della piattaforma di messaggistica e primo proprietario di Facebook, hanno cambiato il modo di mandare messaggi in tutto il mondo.




L’invenzione dei messaggi vocali è stata di notevole importanza in termini di praticità e di tempo. Con questa modalità è divenuto possibile registrare dei messaggi lunghi in audio brevi. Però se ci pensate, questa modalità è fortemente limitata da un piccolo particolare: tenere premuto il tasto di registrazione mentre si parla. Un minimo dettaglio, quest’ultimo che però pecca di comodità.

Ecco che a sostegno di ciò, l’ultimo aggiornamento di Whatsapp ha modificato permanentemente la funzionalità in questione. Ecco come.

Come è stato modificato il messaggio vocale di Whatsapp?

Whatsapp ha introdotto sugli smartphone la nuovissima funzionalità in grado di registrare lunghi messaggi vocali senza dover tener premuto il pulsante di registrazione per tutta la durata dell’audio. Nonostante le piccole dimensioni della modifica, si tratta di una vera rivoluzione messaggistica.

Ma quindi come si registra un audio con il nuovo aggiornamento? Semplice, basta cliccare sulla solita icona di registrazione a destra e scorrere il dito verso l’alto, due passaggi semplici e concisi. Quando la registrazione sarà conclusa si dovrà cliccare su un’altra icona blu in basso sulla parte destra, al contrario per cancellare il messaggio vocale occorrerà cliccare “annulla” nel mezzo.




Whatsapp e le somiglianze a Telegram

La nuova opzione di registrazione dei messaggi vocali è stata paragonata a quella già esistente su Telegram, un altro social specializzato nella messaggistica.

Telegram, concorrente diretto di Whatsapp, però rimane comunque al secondo posto per popolarità d’utilizzo.

Whatsapp, inoltre, ha potuto differenziarsi da tutte le app concorrenti grazie ad una specifica novità compresa nell’ultimo aggiornamento. Per tutti coloro che amano condividere, sulla piattaforma in questione, video di Youtube, da questo momento è possibile riprodurre gli stessi in modalità picture-in-picture, ovvero in un piccolo riquadro in basso del proprio smartphone. Il piccolo riquadro con la riproduzione del video potrà rimanere aperto anche se si uscirà dall’applicazione Whatsapp, dando la possibilità di guardare quindi il video mentre si svolgono altre attività in contemporanea sullo smartphone.

                                                                                                                                                                               Jacopo Pellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *