La nocciola più amata di tutte

L’Alta Langa, i luoghi da cui Cesare Pavese venne ispirato. L’aria che si respira è pura e il silenzio statuario è soltanto interrotto dal cinguettio degli uccellini e dallo sgorgare del Belbo. Il Piemonte si distingue soltanto per la vasta gamma di vini che propone dcostantemente ma anche per un piccolo e delizioso frutto secco: la nocciola della famosa varietà Tonda Gentile Trilobata. Cosa rende unica la protagonista assoluta delle famose barchette rovesciate al gianduja? Questa varietà di nocciole differisce da tutte le altre per alcune caratteristiche strutturali come la facile pelabilità, la forma sferoidale del seme, la buona conservabnocciolailità e l’eccellente aroma rilasciato dopo la tostatura.

In passato, la Tonda Gentile era considerato un frutto povero e divenne famosa per necessità. L’insostituibile Napoleone impose un blocco continentale del commercio e il prezzo del cacao raggiunse apici insostenibili. A metà Ottocento un artigiano del cioccolato, Michele Prochet si ingegnò e pensò di sostituire parte del cacao con la nocciola tostata, dando vita a deliziosi cioccolatini che devono il loro nome alla maschera di Gianduja impegnata a distribuirli tra le persone delle gremite vie di  Torino, nel passato carnevale del 1865. Oggi sono tante le preparazioni tradizionali di cui la tonda gentile è una componente essenziale: la nota torta alle nocciole, i brut ma bon, i baci di dama, le nocciole pralinate sono dolci davvero conosciuti mentre il coniglio nocciolato e l’arrosto alle nocciole sono prelibatezze care ai più appassionati.

Le nocciole piemontesi si distinguono in tutto il mondo per il loro aroma unico e indescrivibile e per questo motivo vengono enormemente esportate. Le colture delle piante di nocciola sono, inoltre, piacevoli alla vista poiché appaiono in un ordine rigorosamente simmetrico e per il verde sgargiante delle loro foglie. Crescono sia in pianura, sia nelle zone più accidentate delle colline che qua e là mostrano qualche scorcio di pietra tipica di quelle alture. Un curioso aneddoto riguarda le nocciole per usi legati alla salute e alla casa, infatti, si possono utilizzare i gusci delle nocciole al posto della bottiglia dell’acqua calda, scaldando i gusci per poi riporli in sacchettini da collocare nel letto. Esiste anche la possibilità di riporre il sacchettino in freezer da utilizzare in caso di traumi o colpi a qualsiasi parte del corpo. Questa amabile frutta secca è davvero versatile, infatti è possibile utilizzarle in diverse portate  e situazioni garantendoci sempre un gusto unico e delizioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *