Le mance nel Mondo.

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Come cambia la questione delle mance nel Mondo? Le mance non sono obbligatorie in ogni Paese e vi è anche la possibilità che vengano rifiutate perché intese come gesto irrispettoso.                                                                                                                                                                                                                                                                                               Questo avviene in Cina, dove la mancia non è prevista dato che  non esiste proprio ad eccezione di qualche hotel di fascia superiore dove è stata inclusa nel comance-nel-mondo-propina-messiconto finale, pari al 10% dell’importo. Ad Hong Kong è possibile che pagando direttamente alla cassa le mance vengano, letteralmente, respinte al contrario di qualche spicciolo che si può lasciare sul tavolo. In Giappone, esiste un’insolita usanza che prevede nei locali  la presenza di scatole destinate a contenere il denaro che poi andrà suddiviso tra il personale. Occorre, quindi, non violare questa pratica ritenuta appropriata al contrario del passaggio di denaro da una mano all’altra senza per lo meno l’utilizzo di un tovagliolo o di una busta, assumendo così il significato di dono. Al contrario della maggioranza dei Paesi asiatici, l’India prevede l’offerta di mance se non previste sul conto totale e, considerando che i costi in India sono di gran lunga inferiori ad altre realtà, non è un gesto che richiede grande sacrificio, 10 o 20 rupie, l’equivalente di 0,20 euro, più che sufficienti in ogni occasione.

 

In Latino America la mancia è consuetudine, soprattutto nei luoghi turistici. In Messico è essenziale per ottenere un impeccabile servizio e, in particolare, sono apprezzati i dollari. Gli stipendi medi sono bassi in tutta l’area, soprattutto in Brasile e, per questa ragione, un pensiero per i camerieri o facchini è sempre gradito per integrare il loro salario. Negli Stati Uniti le mance sono assai apprezzate, se non scontate, poiché la maggior parte dello stipendio di un cameriere dipende dalle “tip”.

 

Per quanto riguarda l’Europa, nei Paesi del Benelux è consuetudine che la mancia sia compresa nel conto ed è usanza donare spiccioli agli assegna-posto nei cinema. Nei Paesi nordici, i camerieri non ricevono alcun extra con l’eccezione della Svezia. La gran Bretagna include la “service  fee” nella ricevuta, in caso contrario sarà opportuno lasciare un 10% del conto totale ma non nei pub, dove si usa consumare birra al bancone o in piedi. In Francia, Germania, Austria, Italia e Portogallo  è apprezzato lasciare delle monetine sul tavolo ma senza alcun obbligo. In Croazia la mancia non è compresa nel conto ma se deciderete di lasciare qualche monetina verrete trattati come veri re. Non rilasciare la mancia in Turchia è considerato come un gesto irrispettoso, quindi sarà meglio attenersi alle “regole” per non risultare immediatamente sgarbati.

 

Cari viaggiatori, come tali, prima di partire con le vostre valigie, colme di entusiasmo e curiosità, preparatevi in modo da essere accolti in armonia dai Paesi ospitanti, senza correre il rischio di cadere in imbarazzanti malintesi.

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.