“Evolution” è il nuovo sorprendente album di Anastacia

13 tracce che spaziano dal pop al rock, con qualche sorpresa

0

Arriva dopo 3 anni il settimo album in studio di Anastacia. E lo fa come un ciclone colpendo subito al primo ascolto. Dopo il grande ritorno, nel 2014, con “Resurrection“, dove la cantante statunitense era reduce dal secondo cancro al seno, oggi è tornata con “Evolution“. Un album che vuole comunicare la forza che ha contraddistinto la cantante negli ultimi anni e un invito a non mollare mai. Lo trovate in tutti i negozi di musica e su tutte le piattaforme digitali da oggi, 15 settembre.

Un titolo che si rivela azzeccato, in quanto l’album rappresenta proprio un’evoluzione rispetto al precedente sia a livello di suoni che di testi. Non mancano infatti gli esperimenti in questo settimo disco di inediti con sonorità che richiamano certamente lo stile inconfondibile di Anastacia ma che lasciano spazio a nuovi arrangiamenti e a testi più maturi.

Ad aprire l’album è il singolo lanciato nelle radio lo scorso 28 luglio, “Caught in the middle“. Un pezzo molto radiofonico e commerciale ma che forse non ha rappresentato al meglio l’intero album. Nel resto delle canzoni, infatti, troviamo molto del suo inconfondibile “Sprock“, genere da lei stessa coniato che sta per un mix tra soul, pop e rock. A cominciare da “Boxer“, forse il pezzo più “sprock” di tutto l’album. Il brano è un concentrato di adrenalina pura, eletto già dai fan come il pezzo che vorrebbero come secondo singolo.





C’è poi “Redlight“, molto orecchiabile, con un ritornello che difficilmente ti esce dalla testa. Oppure “Not coming down“, tipico e inconfondibile pezzo “alla Anastacia” e “Stamina“, che inizialmente avrebbe dovuto dare il nome all’album. Non mancano le ballad, intense e travolgenti come “Why” dove la voce di Anastacia fa sentire tutta la sua potenza. O la dolcissima “My everything“, così come “Pain“, da dedicare a qualcuno che sta lottando per qualcosa.

Un bel bouquet con tanti fiori diversi, dove il gusto di ognuno potrà essere accontentato con brani più commerciali come la ritmata “Nobody loves me better” e la più ricercata “Boomerang“. Un disco dunque eterogeneo, di alta qualità, con ottime canzoni, che ha tutte le carte in regola per tornare a scalare le classifiche di tutto il mondo.

Un ritorno, quello di Anastacia, che non ha deluso le aspettative dei fan che già bramano per vederla nuovamente in tour. Secondo i bene informati il nuovo tour della “nana“, come la chiamano affettuosamente i fan, dovrebbe partire ad Aprile 2018, dove certamente non mancheranno tappe italiane.

Gianni Chiarappa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi