Francia: le persone trans non dovranno più ricorrere all’intervento chirurgico per cambiare sesso

ISTANBUL TURKEY - 22: Turkish homosexuals and human rights activists chant slogans during antigovernment protests on Istiklal Street, the main shopping street in Istanbul on June 23, 2013. The protest began in late May over the Gezi Park redevelopment project but swiftly turned into a protest and street party aimed at Prime Minister Recep Tayyip Erdogan and what protestors call his increasingly authoritarian rule. The protest has spread to dozens of cities in Turkey, in secular anger against Mr. Erdogan and his Islam-rooted Justice and Development Party (AKP). (Photo by Burak Kara/Getty Images)
0

Il 12 ottobre scorso il parlamento francese ha votato una legge che permette alle persone trans di cambiare legalmente il proprio sesso senza dover ricorrere all’intervento chirurgico di riassegnazione.

In più di 20 stati europei è obbligatoria l’operazione chirurgica, prima di vedere il proprio sesso riconosciuto legalmente. La Francia è il quarto stato europeo ad avere introdotto questa legge negli ultimi due anni, insieme a Danimarca, Irlanda e Malta.

homophobie-pour-tous-bandiera-slide-1728x800_c

Sono anni di lotte che diventano realtà – ha dichiarato Sophie Aujean, portavoce di Ilga Europe – Non c’è nessun altro al mondo che sia costretto alla sterilizzazione se non le persone transgender”.
A differenza degli altri stati europei, però, in Francia le persone trans devono prima passare dall’approvazione di un giudice, per rendere ufficiale l’avvenuto cambiamento di sesso.

La Francia ha fatto spesso rivoluzioni – ha aggiunto Delphine Ravisé-Giard, portavoce dell’Associazione Nazionale Transgender -, ma questa legge non è rivoluzionaria”.
“È un’evidente dimostrazione di progresso avere un altro paese europeo dove viene resa superflua la pratica chirurgica per determinare il sesso di una persona”, ha dichiarato Evelyne Paradis, direttrice esecutiva del gruppo per i diritti gay Ilga Europe.

Essa ha inoltre aggiunto di essere rammaricata dal fatto che le persone transgender in Francia debbano rivolgersi ad un tribunale per vedere riconosciuto il proprio cambiamento di genere.

Stephanie Nicot, direttrice della Federazione Lgbt francese, ha criticato ciò: “Non siamo colpevoli, e i giudici hanno cose più importanti da fare”

Lo scorso agosto, la modella, youtuber e make-up artist canadese Gigi Gorgeous, la quale ha apertamente documentato su Youtube la storia del suo cambiamento di sesso, è stata detenuta nell’aeroporto di Dubai perché indicata come uomo nel suo passaporto.

Essa inoltre ha aggiunto che un impiegato dell’ufficio immigrazione le ha detto: “Mi hanno detto che sei transgender. Non puoi venire in questo paese”. Dubai, infatti punisce questa ”imitazione di donna da parte degli uomini” attraverso multe, deportazione o il carcere.

Questa legge, ratificata di recente dalla Francia, dovrebbe essere approvata anche da altri paesi europei ed extraeuropei, in modo da evitare atti di bullismo, violenza e critiche pubbliche

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi