Levi’s sceglie i laser e li sostituisce ai lavoratori

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Per rendere i jeans del colore esatto e con le pieghe e le rifiniture in punti strategici ben determinati, la Levi’s ha deciso di mandare a casa i suoi dipendenti umani. A fare il lavoro di precisione, saranno infatti dei Robot Laser.  Il colosso del denim ha iniziato già a usare i robot e spera, entro il 2020, di sostituirli a tutti gli esseri umani che si occupano del lavoro di rifinitura dei jeans: un lavoro in alcuni casi con rischi di tossicità.

“il futuro della manifattura dei jeans”

 




L’obiettivo, secondo il Financial Times,  è quello di “ridurre gli sprechi e i costi“, accorciando anche il processo di design e di manifattura. Insomma, i poveri esseri umani sono troppo lenti per tenere il ritmo di una moda che loro stessi hanno inventato. Levi’s non ha dichiarato quanto stia investendo nell’iniziativa. Negli ultimi anni la società si è trovata a fronteggiare una crescente concorrenza. Ne scaturisce una fortissima pressione sulle scadenze e sui margini di consegna. L’introduzione dei robot velocizza e rende più “agile” la produzione. I laser possono compiere un la finitura di un paio di jeans in 90 secondi rispetto ai 6-8 minuti di un lavoratore in carne e ossa.

Quando l’importanza dei numeri supera l’umanità verso i lavoratori





Levi Strauss
ha chiuso il 2017 con un utile in calo del 3% a 281 milioni di dollari, su ricavi per 4,9 miliardi di dollari. I laser sono l’ultima indicazione in ordine temporale del ruolo crescente dell’automazione nella manifattura del 21/mo secolo. Ma lasciano intravedere anche come i milioni di lavoratori nei Paesi in via di sviluppo si troveranno ad affrontare una crescente concorrenza. Non è chiaro in questo turbinio di innovazioni e numeri che crescono o diminuiscono, che fine facciano gli impiegati che, magari da una vita, lavorano per Levi’s. Da sempre, quando si parla di progresso, si parla di robot che sostituiscono gli umani nei lavori quotidiani. Quale sarà l’alternativa all’occupazione degli umani che vengono sostituiti dagli automi? Sia chiaro che siamo solo all’inizio.

Stefano J Bazzoni

Stampa questo articolo