Necropoli egizia: scoperta una tomba con decine di mummie

È stata scoperta una necropoli che fino ad ora pare non essere mai stata violata

Una scoperta strabiliante aprirebbe nuove porte della storia dell’Egitto. Una necropoli, con all’interno decine di mummie è stata aperta e pare che sia completamente inviolata. Lo si capisce anche grazie al buono stato in cui è stata ritrovata.

0

Una nuova necropoli egizia ha fatto capolino. Forse sarà d’aiuto per svelare nuovi segreti della storia dell’Egitto? Al momento non si sa, gli archeologi ci stanno ancora lavorando ma quello che hanno trovato è a dir poco incredibile. Non succede tutti i giorni di imbattersi in scoperte simili, per cui è bene iniziare a mettersi all’opera.



Necropoli egizia, la scoperta

A scoprire questa nuova meraviglia dell’antichità sono stati alcuni archeologi egiziani. Coloro che hanno rinvenuto la tomba pensano che, da 2000 anni a questa parte, non sia mai stata aperta e quindi, mai violata. A farci conoscere questa notizia è la rivista Focus, che ha sottolineato l’importanza di questo ritrovamento.

La necropoli egizia dovrebbe risalire al tardo periodo faranonico, di conseguenza non si parla di vero e proprio Antico Egitto ma dell’epoca intorno alla quale ha vissuto la dinastia Tolemaica, l’ultima dinastia di faraoni. Tra i Tolemaici vi era Cleopatra, l’ultimo faraone d’Egitto. Non è ancora chiaro quando esattamente questa tomba fu costruita anche se è chiaro il periodo storico ovvero  tra il 305 a.C. al 30 a.C.

Dov’è situata

La necropoli egizia è situata a sud del Cairo presso il Governatorato di Minya, precisamente a 6 km da un’altra necropoli,quella di Khum Tuna el-Gebel.



L’interno

All’interno di questa tomba compare subito una figura di rilevante importanza, forse il Dio più importante dell’Antico Egitto, Thoth. Secondo quanto riportato dal Ministro delle antichità, Kaled el-Enany, all’interno del ritovamento sarebbero presenti almeno otto tombe le quali a loro volta contengono più sarcofagi. Lo stesso Ministro ha tenuto a precisare che coloro che si sono imbattuti nella scoperta resteranno impegnati per parecchio tempo, circa 5 o 6 anni. Ma questo non si può sapere, anche perchè tutto dipende dalla portata delle cose che scopriranno.



Gli scavi

L’inizio di questa avventura è partito alla fine del 2017 e al comando di questo scavo vi è Mostafa Waziri studioso appartenente al Consiglio delle antichità. L’elemento che ha di gran lunga suscitato più interesse è la tomba appartenente ad un sacerdote di Thoth. Ma non un sacerdote qualunque, è “uno dei grandi cinque“. Che questa tomba possa essere così rilevante da aggiungere un tassello in più a quella che è la storia egizia? Beh, è quello che scopriremo.

necropoli egizia
Il Dio Thoth

Rebecca Romano

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi