Dirette Instagram: il futuro è qui?

Le dirette Instagram sono una delle novità di questi mesi legati all’emergenza Coronavirus. Personaggi della musica, dello sport e dello spettacolo si sono dati da fare per intrattenere i follower – affezionati o di passaggio – nei lunghi giorni passati in casa durante il lockdown. Viene da chiedersi cosa ha spinto i personaggi in questione, anche i meno avvezzi al mondo dei social, a cimentarsi con questo mezzo. Voglia di rompere l’isolamento? Nostalgia del pubblico e voglia di mostrarsi? Desiderio di regalare qualche ora di intrattenimento e contribuire a rendere più piacevole il periodo “io resto a casa”? Di ipotesi, tra presunti esperti di comunicazione, sociologi, psicologi e tuttologi, se ne possono fare tante. Probabilmente, di caso in caso, sono tutte vere.

Le dirette Instagram più seguite

Il dato di fatto è che le dirette Instagram hanno fatto boom tra marzo e aprile, tanto da imporsi all’attenzione degli altri media e da farci chiedere se sono solo un fenomeno passeggero o un mezzo di intrattenimento con un futuro. Da Jovanotti a Fabio Volo, dagli allenamenti del più seguito di tutti, Cristiano Ronaldo, ai dj-set di Jo Squillo, da Bobo Vieri a Pierlugi Pardo. Tutti animano seguitissime dirette Instagram. Ma non com’era successo fino ad ora con gli influencer più noti, con spaccati quotidiani più o meno spontanei sulle loro vite: lo hanno fatto reinventandosi format o dando vita a concerti e show. Insomma: un prodotto multimediale, social e artistico decisamente nuovo. Alcuni si sono trasformati in appuntamenti fissi durante la fase uno del lockdown, con contenuti di ottimo livello e successo di pubblico.

Jova House Party

Il Jova House Party ha occupato per quasi un mese i pomeriggi di tantissimi italiani. Una sorta di One Man Show direttamente dallo studio di Lorenzo Jovanotti. Che lui sia un vulcano di idee e di energie è risaputo. Ma che solo grazie al suo talento e alla sua vitalità – e alla preziosissima sponda dell’altrettanto vulcanico Fiorello – potesse coinvolgere migliaia di spettatori e tanti amici e volti noti in ben tre ore di diretta giornaliera ininterrotta è stata comunque una sorpresa. Alternando canzoni in versione acustica, da solo o in duetto con qualcuno dei tanti ospiti, raccontando aneddoti, chiacchierando amabilmente come se fossero stati al bar, lui e il suo interlocutore – ma con l’attenzione sempre a mantenere l’interesse verso gli spettatori – il Jova House Party è stato forse la diretta Instagram più sorprendente, continua e longeva di questi mesi. Un’iniziativa da riproporre? Chissà. Di sicuro il lascito di queste dirette Instagram è un Jovanotti pronto per l’ennesima manifestazione del suo pirotecnico talento. Non è difficile immaginarlo padrone di casa di uno show televisivo, grazie alla sua capacità di coinvolgere ospiti e pubblico, improvvisando e distribuendo energia a tutti. D’altra parte quello che ha fatto in estate con i Beach Party è stato decisamente qualcosa in più di un concerto. Ma il bello è che sia dal palco sulla spiaggia, davanti a centomila persone, che dallo studio di casa a Cortona, davanti a uno smartphone, l’energia di Lorenzo è sembrata la stessa.

The Orchite Show

Fabio Volo invece già lo si conosce come animale televisivo. Con il suo Orchite show si è costruito il contenitore su misura – con tanto di sigla e stacchetti all’altezza di prodotti confezionati per il piccolo schermo. Un contenitore per sé, ma soprattutto per il pubblico che ha potuto partecipare in tanti modi alle dirette. I followers hanno dimostrato di gradire, al solito, la freschezza e l’umorismo di Volo. Che può piacere o meno, ma ha la dote di rimanere sempre sé stesso, anche durante le dirette Instagram. Quello di Volo è uno show a tutti gli effetti e lui lo conduce come se fosse una puntata delle Iene, alternando gag, ospiti noti e interazioni con il pubblico. Uno show nato, spiega lo stesso Volo, dalla voglia di superare il momento difficile a colpi di risate – fatte in casa, ma confezionate con cura.




Jo in the house

Chi ha stupito tutti è Jo Squillo. La cantante e presentatrice, un sabato sera ha improvvisato un dj-set da casa, accompagnata da due manichini – nelle veci delle ballerine che di solito la seguono negli show – e la sua diretta Instagram si è ritrovata ben presto con una platea di 20.000 contatti, compresi parecchi influencer nostrani. Voglia di stupire, di regalare divertimento alla gente, in puro spirito punk: lo racconta lei stessa in qualche intervista, dicendo che la molla è scattata a partire dall’esperienza dolorosa dell’aver perso entrambi i genitori nel giro di un mese. E così, tutti i giorni, dalle 17 alle 18, ha dato vita a seguitissimi dj-set da casa. E mentre lei canta, balla e mette dischi, vestita di paillettes come i suoi manichini, la diretta Instagram diventa una grande discoteca virtuale, con scambi di battute tra vip, influencer e fans. Un vero e proprio fenomeno cult sui social.

Bobo TV

Bobo Vieri è avvezzo alle platee di decine di migliaia di persone. Tutte intorno al rettangolo verde, mentre lui scatenava la sua potenza rincorrendo un pallone. Da quando ha smesso di giocare, è andato avanti a fare show. Che fosse Ballando con le stelle o la Bobo Summer Cup (un torneo di foot-volley di beneficenza), Bobo Vieri si è sempre divertito. La sua Bobo TV è diventata un fenomeno mediatico, puro ossigeno per gli appassionati di calcio in astinenza e divertimento per tutti gli altri. Sul divano di casa, con la moglie che ogni tanto fa capolino per un saluto, Vieri ha coinvolto in seconda serata – dalle 22:30 all’una di notte – ospiti calcistici e non solo. Ospiti nel vero e proprio senso della parola, perché la sensazione era che fossero proprio lì, sul divano insieme a lui. Da Ronaldo il Fenomeno a Cassano, da Valentino Rossi a Totti: partecipare alle dirette Instagram su Bobo TV è diventato un must. Gli aneddoti si sprecano, i ricordi scorrono, le risate abbondano. E Vieri, in un tripudio di spontaneità, coinvolge gli spettatori, fa loro domande, chiama gli amici in piena notte facendoli collegare in pigiama. Spesso chiude la serata Lele Adani, uno che sui social si diverte da un po’ e che, ultimamente, è diventato un narratore calcistico di prim’ordine. In assenza di sport dal vivo, i siti sportivi si sono riempiti dei resoconti delle notti a casa Vieri.

Perché tanto successo?

I motivi per cui le dirette Instagram hanno avuto questo successo durante il lockdown sono facilmente intuibili. Una platea più ampia del solito, con tanto tempo a disposizione. La voglia di sentirsi coinvolti in qualche cosa che assomigliasse a un pomeriggio o a una serata tra amici. Qualcosa di diverso dalla televisione, dove lo spettatore guarda e basta. Si dice: sono su Instagram, non sto guardando Instagram. La voglia anche di qualcosa di informale, leggero, coinvolgente, ma che se te ne perdi un pezzo o ti distrai, non cambia nulla; perché spesso, durante il lockdown, la testa era già piena di tante cose e faticava a concentrarsi su un film o uno spettacolo intero. E ancora: cosa poteva offrire la televisione? Spettacoli registrati che cozzavano in maniera incredibile con la realtà quotidiana o show desolatamente senza pubblico e immagini surreali come quelle di Amici, con la vincitrice Gaia che si commuove in mezzo ai coriandoli senza che nessuno le si possa avvicinare, tranne il tecnico con la mascherina che le porge un microfono. Allora meglio le dirette su Instagram: improvvisate, sgranate, con l’audio che va e viene, come gli aperitivi in videochiamata con gli amici. E girate con uno smartphone, direttamente dalle case dei personaggi famosi: a casa come noi.

Dirette Instagram: il futuro è qui?

Le opinioni sono tante. C’è chi dice che svaniranno insieme al Coronavirus. C’è chi dice che dureranno a lungo, migliorando e reinventandosi, proprio grazie all’immediatezza della piattaforma e alla velocità. Sarebbe, poi, un ritorno all’antico “bello della diretta”. A ben guardare, i detrattori (Mentana e Sgarbi, ad esempio) sono tutti legati al vecchio mondo dei media. Tra i più giovani il parere che le dirette Instagram abbiano un futuro sono più gettonate. Forse si creerà uno spazio nuovo. Per l’informazione (anche qui su Ultima Voce abbiamo sperimentato con successo le dirette e continuiamo a proporne), ma anche per l’intrattenimento. Probabilmente il fenomeno andrà avanti in ambito musicale, come alternativa momentanea ai concerti, ma anche come vetrina e per la gestione diretta dei contatti coi fans. In questi mesi di lockdown le dirette Instagram di gruppi e cantanti sono tra quelle che avuto maggior successo: la possibilità di riempire gli inevitabili tempi morti di una diretta con la musica rappresenta un piccolo vantaggio su chi non sa imbracciare una chitarra e si affida solo alle parole. Le dirette #iosuonodacasa sono state tra le più seguite e gli artisti che hanno dato vita a concerti dal salotto sono tantissimi. Dagli Eugenio in Via di Gioia a Vasco Brondi, da Gianna Nannini a Francesco Renga: ce ne sono stati per tutti i gusti. E se una diretta Instagram non potrà mai sostituire un concerto dal vivo, forse non si può dire lo stesso – almeno per le generazione più giovani – dei vecchi talk show televisivi.

Simone Sciutteri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *