I pensieri negativi ti perseguitano anche a letto? La scienza spiega perché

0

I pensieri negativi non ci abbandonano mai purtroppo, ma portarli a letto con noi è deleterio per il nostro benessere psicofisico

Al bando i pensieri negativi, soprattuto prima di dormire! Uno studio della Normal University di Pechino ha infatti dimostrato che andare a dormire stressati danneggia la salute.

I pensieri negativi ti perseguitano anche a letto? La scienza spiega perché Dalla ricerca, infatti, è emerso che in occasione di un evento stressante o traumatico la nostra mente ha bisogno di rimuovere la componente negatività di quella situazione così da ridurne le conseguenze nocive che ciò potrebbe avere. Al contrario, quando dormiamo, la psiche umana tende a memorizzare i ricordi, fissando così anche gli aspetti negativi e ‘saltando’ il passaggio di rimozione.

Il sonno facilita il fissaggio dei ricordi negativi nella mente

Ecco le prove. Lo studio, condotto dalla Prof.ssa Yunzhe Liu, è stato elaborato su 73 soggetti ai quali sono state mostrate delle figure con volti neutri, ognuno associato ad altrettante immagini con espressioni dalle chiare connotazioni negative, come un corpo umano senza vita oppure un bambino che piange.

Dopo 30 minuti dalla visione di tali immagini, ai soggetti coinvolti sono state mostrate le figure neutre ed è stato chiesto loro di ricordare quale fosse la relativa immagine negativa associata. Dopo questa prima fase, è stato chiesto ai soggetti di provare a evitare tale associazione. Questa stessa attività è stata ripetuta dopo 24 ore, ovvero dopo che i soggetti avevano dormito. È stato rilevato come, dopo la fase di sonno, fosse più difficile evitare il collegamento delle immagini neutre con quelle negative.

Si è evidenziato quindi come la capacità di rimuovere i ricordi negativi fosse diminuita dopo una notte di sonno

In dettaglio, secondo i ricercatori cinesi, la rimozione dei pensieri negativi è stata efficace nel 9% dei casi durante il primo test (dopo 30 minuti), ma in appena il 3% nel secondo test, ovvero trascorse le 24 ore.

Come questo esperimento può essere importante per la nostra vita quotidiana?

Perché si può ben comprendere la necessità di rilassarsi prima di dormire. Questo aiuterebbe la nostra mente ad allentare lo stress, diminuendo l’impatto nocivo che i pensieri negativi e gli eventi traumatici possono avere sul nostro benessere psicofisico.

Annachiara Cagnazzo

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi