Sfratto per la madre di Paola Taverna

Fonte Immagine lastampa.it
0

Il caso sollevato dal giornale “la Repubblica” sta facendo discutere e continuerà sicuramente a far discutere. Secondo il famoso quotidiano, il Campidoglio ha previsto uno sfratto per la madre di Paola Taverna.  L’anziana signora non avrebbe più diritto a vivere nella casa popolare nella quale risiede da diverso tempo e nella quale ha vissuto la stessa vicepresidente M5s del Senato Paola Taverna.

Ha riprendere la notizia è stata la stessa Paola Taverna attraverso una delle tante dirette che abitualmente trasmette sul social network Facebook.

“Credo che mia madre stia agendo bene e credo che mia madre a 80 anni abbia tutto il diritto di desiderare di morire nella stessa casa nella quale è vissuta” afferma la senatrice Taverna che continua: “Mia madre ha 8o anni, percepisce una pensione minima e vive in un a casa popolare dove ho vissuto anche io per tanti anni”. Quindi, continua Taverna, “qual è la notizia che voleva dare la Repubblica? Forse che la mia famiglia è una famiglia povera? O che io non mi sono arricchita con il mio lavoro e che potevo utilizzare 200 mila euro che ho scelto di restituire per la casa di mia madre?  Ma sapete, per noi del M5s il ruolo che stiamo svolgendo serve per risolver i problemi di tutti e non i nostri problemi personali”.

Nel caso l caso specifico, secondo i dirigenti del Campidoglio, la madre della senatrice risulterebbe in possesso di altri immobili, mentre stando a quanto affermato dalla taverna in altre dichiarazioni, gli immobili sarebbero di sua proprietà.

Una brutta situazione da gestire per la collega di partito Virginia Raggi, che tra tutti gli altri grandi problemi che affliggono Roma, dovrà risolvere anche questo.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi