Lo stress cronico può davvero influenzare la caduta dei capelli?

Lo stress cronico mette le persone a rischio per una varietà di problemi di salute

Lo stress cronico mette le persone a rischio per una varietà di problemi di salute. Questi possono includere depressione e ansia, così come problemi con la digestione e il sonno. Anche lo stress cronico è stato a lungo correlato alla caduta dei capelli, ma le ragioni non erano ben comprese.

La crescita dei capelli comporta tre fasi. Nella crescita (anagen), ciocche di capelli spingono attraverso la pelle. Nella degenerazione (catagen), i capelli cessano di crescere e il follicolo alla base della ciocca si restringe. In riposo (telogen), i capelli cadono e il processo può ricominciare. I capelli sono tra i pochi tessuti che i mammiferi possono rigenerare per tutta la vita.




Il ciclo di crescita dei capelli è guidato da cellule staminali

Il ciclo di crescita dei capelli è guidato da cellule staminali che risiedono nel follicolo pilifero. Durante la crescita, le cellule staminali si dividono per diventare nuove cellule che rigenerano i capelli. Nel periodo di riposo, le cellule staminali sono inattive. Fino ad ora, i ricercatori non avevano determinato esattamente come lo stress cronico comprometteva le cellule staminali del follicolo pilifero.

Trovati i meccanismi sottostanti che collegano stress e perdita di capelli

Un team guidato dal Dr. Ya-Chieh Hsu dell’Università di Harvard ha studiato i meccanismi sottostanti che collegano stress e perdita di capelli. Lo studio è stato sostenuto in parte dal National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases (NIAMS) del NIH. I risultati sono apparsi su Nature, il 4 marzo 2021.

I ricercatori hanno iniziato testando il ruolo delle ghiandole surrenali, che producono ormoni chiave dello stress: corticosterone nei roditori e cortisolo nell’uomo. La rimozione delle ghiandole surrenali dai topi ha portato a rapidi cicli di ricrescita dei capelli. La rigenerazione del follicolo pilifero non ha rallentato man mano che questi topi invecchiavano, come faceva nei topi di controllo. Piuttosto, le cellule staminali del follicolo pilifero hanno continuato ad entrare nella fase di crescita e rigenerare i follicoli piliferi per tutta la durata della vita degli animali. Il team è stato in grado di ripristinare il normale ciclo dei capelli nutrendo i topi corticosterone. Va ricordato, in generale, che all’aumentare dello stress aumenta anche il cortisolo.

Corticosteroidi, stress e crescita dei capelli

Sottoscrivere i topi a un leggero stress per molte settimane ha aumentato i livelli di corticosterone e ridotto la crescita dei capelli. I follicoli piliferi rimasero in una fase di riposo estesa. Insieme, questi risultati supportano il ruolo del corticosterone nell’inibire la ricrescita dei capelli.

Gli scienziati hanno poi esaminato come il corticosterone influenzi le cellule staminali del follicolo pilifero. Hanno scoperto che l’ormone dello stress (cortisolo) non regolava direttamente le cellule staminali. Eliminando il recettore del corticosterone da diverse cellule, hanno determinato che l’ormone agisce su un gruppo di cellule sotto il follicolo pilifero, presso la papilla dermica.

Ulteriori studi hanno rivelato che il corticosterone ha impedito alla papilla dermica di secernere GAS6, una molecola che può attivare le cellule staminali del follicolo pilifero. L’erogazione di GAS6 nella pelle ha ripristinato la crescita dei capelli nei topi alimentati con corticosterone o sottoposti a stress cronico.

Conclusioni

Questi risultati rivelano un percorso chiave coinvolto nella caduta dei capelli dallo stress cronico. Questi risultati possono anche portare a ulteriori approfondimenti su come lo stress influisce sulla rigenerazione dei tessuti in altre parti del corpo.

Agostino Fernicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *